Kiko Arguello 150624162529
INTERVENTO 24 Giugno Giu 2015 1611 24 giugno 2015

Femminicidio, Kiko Arguello incolpa le donne

Le considerazioni choc del fondatore dei neocatecumenali al Family Day: «Un uomo è spinto a uccidere quando viene lasciato».

  • ...

Un discorso che ha fatto molto discutere, quello di Kiko Arguello, fondatore dei neocatecumenali, che sabato 20 giugno ha parlato di femminicidio dal palco del Family Day a Roma.
Durante la sua lunga orazione Arguello ha dato una personale e inquietante interpretazione del femminicidio analizzando le motivazioni che possono spingere un uomo a uccidere la propria compagna e i propri figli: poiché un marito «si nutre dell'amore della moglie», quando la moglie lo abbandona «il primo moto è quello di ucciderla» perché «sperimenta il non essere amato e il non amore è un inferno». «I sociologi non sono cristiani e non conoscono l'antropologia cristiana, il problema è che non possiamo vivere senza essere amati prima dalla nostra famiglia, poi dagli amici a scuola, poi dalla fidanzata e infine da nostra moglie», ha dichiarato. Suscitando una bufera di polemiche.

  • L'intervento di Kiko Arguello al Family Day,

Articoli Correlati

Potresti esserti perso