Salhi Moglie 150626220927
PROFILO 26 Giugno Giu 2015 2207 26 giugno 2015

Lione, chi è Salhi il presunto attentatore

35 anni, tre figli, sotto osservazione fino al 2008 dai servizi. Chi è il 35enne che avrebbe ucciso il suo datore di lavoro.

  • ...

La moglie di Yassin Salhi, il presunto assassino di Lione.

Ha ucciso e decapitato il suo datore di lavoro presso una fabbrica di gas a Saint-Quentin-Fallavier, paesino di 6 mila abitanti nei pressi di Lione.
La testa era infilzata sulla recinzione dello stabilimento, coperta da scritte in arabo.
L'identità del presunto colpevole è stata resa nota, poche ore dopo l'omicidio, dal ministro dell'Interno francese Bernard Cazeneuve e dal procuratore della Repubblica di Parigi François Molins.
Secondo gli inquirenti si tratta di Yassin Salhi, 35 anni, residente a Saint-Priest, sempre vicino a Lione. Da marzo lavorava come trasportatore nell'azienda Air Products, che fornisce gas a diversi tipi di industrie.
A cinque mesi dalla strage di Charlie Hebdo, la Francia si riscopre vulnerabile. E, ancora una volta, al suo interno.
SOGGETTO SOTTO OSSERVAZIONE. Sposato da una decina d'anni, Yassin ha tre figli. Non aveva dei precedenti, ma era stato oggetto di osservazione da parte dei servizi d'Oltralpe tra il 2006 e il 2008 che lo avevano classificato «fiche S», un sistema serve a schedare le persone sospettate di radicalizzazione.
Non solo. «Salhi era stato oggetto d'attenzione per i suoi legami con il movimento salafita lionese anche tra il 2011 e il 2014», ha spiegato Cazeneuve, «senza però essere riconducibile a cellule o attori terroristici».
LO CHOC DEI VICINI DI CASA. A Saint-Priest, davanti all'abitazione di Salhi e famiglia, i vicini sono choccati. «Questo non è l'Islam, non è l'Islam», ha commentato in lacrime a Le Monde una vicina. «Erano arrivati da sei mesi, nessuno li conosceva veramente», aggiunge al quotidiano un altro vicino di casa. «Ci si scambiava giusto il buongiorno e la buonasera, soprattutto con la moglie. Lui partiva presto e rientrava tardi. Sono persone discrete, chi avrebbe pensato che sarebbe accaduto tutto questo, ci conosciamo solo di vista», dice un'altrea inquilina dello stabile.
FERMATE 4 PERSONE. Un uomo comunque descritto come «molto gentile», con «bambini educati».
Ferito alla testa e neutralizzato da un pompiere, Salhi si è in un primo momento rifiutato di fornire le sue generalità.
Al momento sono state fermate quattro persone: Salhi, il principale sospettato, sua moglie, la sorella e un quarto individuo.

Correlati

Potresti esserti perso