Wall Street 120116120532
MERCOLEDÌ NERO 8 Luglio Lug 2015 1844 08 luglio 2015

Usa, Wall Street in tilt e voli United a terra

Black out informatici negli Stati Uniti. Offline anche il sito del Wall Street Journal, poi ripristinato.

  • ...

Wall Street.

La borsa di New York è andata in tilt per oltre tre ore. Il Nyse, la società che gestisce Wall Street, è stato costretto a fermare gli scambi alle 11.32 ora locale, le 17.32 in Italia, e solo tre ore dopo sono ripartite le contrattazioni. La società ha spiegato che si è trattato di «problemi tecnici». Al momento non ci sarebbero indicazioni di un attacco hacker, come si era temuto in un primo momento. Il presidente Barack Obama è stato informato dello stop.
Secondo l'agenzia di stampa Reuters tutti gli ordini aperti al momento della sospensione sono stati annullati, mentre l'indice Nasdaq non ha riportato criticità e ha continuato a negoziare titoli regolarmente.

BLOCCATI 3500 AEREI. La pista hacker non è invece esclusa per quanto riguarda le cause del problema informatico che ha colpito l'intera rete della United Airlines. Sempre mercoledì 8 luglio tutti i voli della compagnia, una delle principali del Paese, sono rimasti a terra. Ben 3.500 aerei bloccati contemporaneamente per tre ore.

Alla lista dei 'disservizi' occorre aggiungere anche il temporaneo oscuramento del sito web del Wall Street Journal. La sua homepage, adesso, sembra essere stata ripristinata.

JOHNSON: «EVENTI NON COLLEGATI». Il segretario alla Sicurezza Nazionale americano, Jeh Johnson, è intervenuto con una dichiarazione e ha affermato che i problemi del Nyse e della United Airlines non sono collegati fra di loro, e non sembrano essere il «risultato» di un'azione dolosa. Anche il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest, ha detto che non ci sono al momento elementi che lascino ipotizzare un attacco hacker al Nyse.
Secondo il New York Times, inoltre,il blocco della Borsa sarebbe dovuto a un aggiornamento del software del sistema, installato poco prima dell'apertura degli scambi.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso