SCOMPARSA 20 Luglio Lug 2015 1526 20 luglio 2015

Moda in lutto, Elio Fiorucci trovato morto

Lo stilista stroncato da un malore nella sua casa di Milano. Aveva 80 anni. Foto.

  • ...

Il mondo della moda piange la scomparsa di Elio Fiorucci (foto).
Lo stilista, che aveva da poco compiuto 80 anni, è stato trovato senza vita nella sua abitazione in viale Vittorio Veneto a Milano, vittima di un malore.
Fiorucci, secondo quanto si è appreso, non rispondeva da 24 ore al telefono e sono stati i familiari a dare l'allarme. A trovarlo senza vita i primi soccorritori entrati in casa.
La salma è già stata messa a disposizione dei parenti. «Godeva di buona salute», ha spiegato il suo ufficio stampa, che non ha escluso che lo stilista possa essere stato colpito da malore durante la serata o la notte.
INNOVATORE DELLA MODA. Con Fiorucci se ne va uno degli innovatori della moda italiana e internazionale (leggi il profilo). La sua carriera prese il via a negli Anni 60, quando ancora collaborava con il padre, proprietario di un negozio di pantofole milanese. Il primo negozio, in Galleria Passarella, risale al 1967. È quello il periodo in cui prende slancio la sua attività, ispirata agli stili provenienti dal mondo anglosassone.
BOOM COL TEMPO LIBERO. Dal 1970 inizia la produzione di abiti per il tempo libero, in particolar modo jeans, col marchio Fiorucci. I prodotti vengono distribuiti anche all'estero, dall'Europa al Giappone, passando per gli Stati Uniti e Sud America. Nascono i primi negozi Fiorucci a Londra e a New York, per poi diffondersi in molte delle grandi metropoli in giro per il mondo.
IL SIMBOLO COI DUE ANGIOLETTI. Spopola l'icona che più di tutte identifica Fiorucci nel mondo, quella dei due angioletti, vero e proprio simbolo del brand.
Dopo un'espansione trentennale, nel 1990 l'azienda viene ceduta alla società giapponese Edwin international, mantenendo però sempre a Milano il centro di design.

  • Andy Wharol e Truman Capote allo store Fiorucci di New York, nel 1977.

Tweet riguardo #Fiorucci

Correlati

Potresti esserti perso