GALLERY 24 Luglio Lug 2015 2143 24 luglio 2015

Isole Faroe, la mattanza delle balene

Come ogni anno centinaia di cetacei massacrati in nome della tradizone. La denuncia di Sea Shepherd: «Stiamo uccidendo gli oceani». Foto.

  • ...

Balene massacrate alle isole Faroe, dove 250 cetacei sono stati brutalmente uccisi venerdì 24 luglio, come denunciato e documentato dall'associazione Sea Shepherd. La battuta di caccia si è svolta in due baie delle isole danesi. Il crudele rito, chiamato Grindagrap, si ripete ogni anno. A farne le spese centinaia di globicefali (Globicephala melas), conosciuti anche come balene pilota. Sea Shepherd, che ha scattato le foto raccolte nella gallery, ha denunciato anche l'arresto di cinque attivisti, che avevano provato a difendere i mammiferi marini.
UN MASSACRO 'TRADIZIONALE'. La mattanza è considerata illegale nell'Unione europea ed è vietata in Danimarca. Ma è consentita alle isole Faroe, perché considerata una caccia tradizionale degna di essere tutelata. «Stiamo uccidendo gli oceani», ha detto invece il capitano Paul Watson, fondatore di Sea Shepherd. «Circa il 40% del cibo che consumiamo viene dal mare. Anziché uccidere i cetacei dovremmo proteggerli, perché il fitoplancton, alla base di tutta la vita, dipende da loro» (foto).

Articoli Correlati

Potresti esserti perso