Muccino 150728214824
IN RETE 28 Luglio Lug 2015 2145 28 luglio 2015

Roma, Gabriele Muccino denuncia il degrado

Il regista in Twitter denuncia la situazione della città. E boccia il sindaco, invitandolo a dimettersi.

  • ...

Dopo l'appello anti degrado di Alessandro Gassman lanciato con l'hashtag #RomaSonoIo, ecco che sul palcoscenico di Twitter arriva pure Gabriele Muccino.
Il regista si è sfogato in Rete postando una serie di foto che documentano lo stato in cui versa la Capitale. Attaccando frontalmente il sindaco Ignazio Marino.
Roma è lontana dalla Grande Bellezza immortalata dall'Oscar Paolo Sorrentino, è diventata «La grande tristezza».

Muccino poi se la prende con Marino: «Un sindaco faccia il sindaco. Non si chiuda nel surgelatore aspettando che la tempesta sia passata. Governi. Oppure vada a casa», cinguetta il regista parafrasando alla perfezione il premier Matteo Renzi.


«Innamorato della mia città splendida ma offesa, divorata e saccheggiata, chiedo al #sindaco @ignaziomarino la dignità di ridarcela indietro», scrive ancora. Poi, postando le foto della Fontana di Trevi, prima e durante il restauro, assediata da venditori ambulanti, twitta: «Fontana di Trevi era così. Poi è arrivato @ignaziomarino e l'ha trasformata in questo degrado. Un genio. #terzomondo».


La bocciatura, dunque, è netta: »#ignaziomarinoacasa Roma merita di più. Più di tutto».

Correlati

Potresti esserti perso