Hostess 150730211500
video 30 Luglio Lug 2015 2114 30 luglio 2015

Caos Fiumicino: le urla dei passeggeri, la hostess li spintona

Ancora voli cancellati nello scalo romano, dopo l'incendio nella pineta e il black out elettrico. I turisti e una hostess perdono la pazienza.

  • ...

L'aeroporto di Fiumicino, lo scalo più grande d'Italia, continua a dare di sé una pessima immagine. Come se non bastassero l'incendio nella pineta di mercoledì 29 luglio e il successivo black out, dopo un'attesa di sei ore per un volo un passeggero è stato anche spintonato da una hostess, provocando lo sdegno degli altri viaggiatori. La scena, ripresa con un telefonino, è stata pubblicata sul sito di YouReporter.
Seconda figuraccia: il volo Roma-Barcellona viene rinviato più volte e infine cancellato. Una turista diretta nella città catalana esplode, urlando insulti all'indirizzo del personale di terra.
L'ENAC CONVOCA AEROPORTI DI ROMA E ALITALIA. Intanto l'Enac, l'autority per l'aviazione civile, ha convocato per il 6 agosto il gestore Aeroporti di Roma e la compagnia Alitalia. «Serve un maggiore rinforzo di personale per le riparazioni e la manutenzione dello scalo. Occorre una vigilanza costante e continua di tutti gli apparati. Aeroporti di Roma deve supplire alle carenze di qualche handler in difficoltà», ha detto il presidente dell'Ente per l'aviazione civile Vito Riggio. In attesa della relazione dettagliata sull'incendio e sul blackout chiesta alla direttrice dei Sistema aeroporti Lazio Patrizia Terlizzi, l'autority chiede anche di accelerare sull'ampliamento dell'aeroporto.
IL PROGETTO DI AMPLIAMENTO ENTRO IL 2016. «Siamo nel bel mezzo di un restyling totale, per questo bisogna accelerare per l'aeroporto nuovo che deve essere pronto nel 2016», ha precisato Riggio. Il riferimento è allo sviluppo dell'area di imbarco E e F, il cosiddetto Molo C, che Aeroporti di Roma prevede di inaugurare per la fine dell'anno prossimo. Sarà in grado di accogliere 5 milioni di passeggeri l'anno, con 14 finger, di cui due per il gigante dei cieli A380. Un intervento da oltre 102 milioni di euro, parte di quei 350 milioni che Aeroporti di Roma prevede di investire nel 2015. Su tutto lo scalo si sta realizzando un piano di investimenti da 11 miliardi di euro e lo scalo, nonostante gli effetti dell'incendio, negli ultimi tre mesi ha incassato una crescita del 5,6% e registra punte giornaliere di oltre 140 mila passeggeri.
LA SFIDA DI RYANAIR. Mentre su Fiumicino piovono inevitabili critiche e Alitalia minaccia di spostare la propria crescita altrove, Ryanair va contro corrente e stupisce con una proposta che suona come una sfida. «Se Alitalia dovesse effettuare tagli o lasciare l'aeroporto, Ryanair aggiungerà più aeromobili, voli a tariffe basse e rotte da e per Roma Fiumicino», ha assicurato la compagnia low cost irlandese. «Easyjet e Vueling stanno tagliando il proprio traffico a Fiumicino, Alitalia sta facendo i capricci e minaccia di fare tagli o di andare via. Ryanair invece continua a lavorare a stretto contatto con Aeroporti di Roma per accrescere turismo, traffico e posti di lavoro a Roma».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso