Migrante Valigia 150803162850
EMERGENZA 3 Agosto Ago 2015 1603 03 agosto 2015

Nascosti in valigie, carrelli, tir: così muoiono i migranti

L'ultima vittima è un marocchino 27enne soffocato dentro un trolley. Le fughe infernali dei clandestini.

  • ...

Il bimbo di otto anni che ha tentato di superare la dogana di Ceuta dentro una valigia a maggio 2015.

Sono 3.419 i morti in mare nel 2014 nel tentativo di raggiungere l’Europa, 21.439 negli ultimi venticinque anni, secondo i dati di Fortress Europe, l’osservatorio delle vittime dell’immigrazione.
Ma i clandestini non fuggono solo via mare: la disperazione li porta a nascondersi dentro trolley, carrelli degli aerei, nelle auto dei turisti.
L'ultimo drammatico episodio riguarda un migrante marocchino di 27 anni morto soffocato mentre tentava di entrare in Europa chiuso in una valigia.
Il giovane è stato rinvenuto morto da suo fratello, che aveva sistemato la valigia nel bagagliaio della sua auto, poco prima che il traghetto attraccasse sulla costa spagnola. Il fratello del 27enne, che ha passaporto francese, è stato arrestato.
LA STORIA DI ABOU, OTTO ANNI, DENTRO UN TROLLEY. Sono migliaia gli immigrati che cercano ogni anno di entrare illegalmente nell'Unione europea attraverso la Spagna.
È ancora vivo il ricordo di Abou, il bimbo di otto anni di origini sub-sahariane che a maggio 2015 ha tentato di superare la dogana di Ceuta in una valigia per entrare in Europa e a cui ora le autorità hanno concesso il permesso di risiedere in Spagna con la sua famiglia.
Un'altra storia della disperazione, finita una volta tanto bene.
UN NASCONDIGLIO NEI CARRELLI DEGLI AREI. È passato poco più di un mese da quando due migranti hanno viaggiato da Johannesburg a Londra per più di otto miglia dentro al carrello di un aereo della British Airways: uno è riuscito miracolosamente a sopravvivere, mentre il secondo è caduto sul tetto dell'edificio di un'azienda londinese.
UCCISI DA TEMPERATURE GELIDE: FINO A MENO 60 GRADI. Non è l'unico caso di migranti che muoiono precipitando dopo essersi nascosti nei carrelli degli aerei, dove sono esposti a temperature gelide. La maggior parte non riesce a sopravvivere per via del freddo e della mancanza di ossigeno dovuta all'altitudine. Nel settembre 2012 un episodio analogo sempre a Londra: un 26enne morì cadendo dal carrello di un aereo proveniente dall'Angola e diretto a Heatrow: era riuscito a sopportare temperature polari, fino a meno 60 gradi per 12 ore di volo, ma morì per la caduta.
DENTRO I TIR PER OLTREPASSARE LA MANICA. A Calais, cittadina della costa settentrionale della Francia, i migranti spesso cercano di attraversare il confine per raggiungere la Gran Bretagna salendo sui tir che passano la frontiera, o addirittura viaggiando rannicchiati sotto il veicolo.
L'ultima tragedia è avvenuta a giugno, quando un migrante nascosto con altri ragazzi all'interno di un camion ha perso la vita.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso