COMMEMORAZIONE 6 Agosto Ago 2015 1056 06 agosto 2015

Hiroshima, 70 anni fa la prima bomba atomica

La città giapponese ricorda la propria distruzione. E lancia un appello al mondo intero: «Finché circolano armi nucleari, ciascuno di noi può diventare un hibakusha», un sopravvissuto all’esplosione atomica. Foto.

  • ...

Hiroshima, 70 anni dopo la distruzione della città ad opera della prima bomba atomica sganciata dall'esercito degli Stati Uniti, ha osservato un minuto di silenzio per ricordare al mondo intero come «finché sono in circolazione armi nucleari, ciascuno di noi può diventare un hibakusha», cioè un sopravvissuto all’esplosione atomica. A dirlo il sindaco di Hiroshima, Kazumi Matsui, di fronte ai rappresentanti di cento nazioni riuniti attorno al Memoriale della Pace (foto).

IN CIRCOLAZIONE 15 MILA TESTATE NUCLEARI. Le testate ancora in circolazione sono più di 15 mila. Per questo occorre lavorare «per l'abolizione delle armi nucleari e per una pace duratura nel mondo», ha concluso Matsui nel suo appello, invitando esplicitamente il presidente americano Barack Obama a visitare Hiroshima e Nagasaki. Un grande coro di giovani ha cantato la canzone della pace di Hiroshima, sullo sfondo dell'unico edificio sopravvissuto del centro cittadino. Nel 2015 ricorrono i cento anni dalla sua costruzione, dal 1996 è considerato Patrimonio dell'Umanità Unesco. In esposizione l'ultimo lavoro artistico di Yoko Ono, commissionatole dalla rete tv di Hiroshima: un grande orologio squadrato che segna l'ora fatale di un giorno che l'umanità non potrà mai dimenticare.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso