Vacanze Spiagge Alberghi 150808115138
BOOM VACANZIERO 8 Agosto Ago 2015 1152 08 agosto 2015

Spiagge, hotel e ristoranti: la crisi va in vacanza

Cna Balneatori prevede il pienone sui litorali: +25% di turisti rispetto al 2014. Coldiretti: 11 mld per la tavola.

  • ...

I 500 aderenti alla Cna Balneatori di 50 località marine italiane prevedono un'impennata di presenze tra i turisti di oltre il 25% rispetto al 2014.

La crisi si prende una vacanza. Nell'estate 2015 gli italiani torneranno ad aprire il portafoglio e tra ristoranti, alberghi e spiagge gli operatori del settore turistico prevedono un'impennata di presenze di oltre il 25% rispetto al 2014. In particolare nelle due settimane a cavallo di Ferragosto quando, secondo i dati di circa 500 aderenti alla Cna Balneatori di cinquanta località marine italiane, si prospetta un vero 'pienone' lungo il litorale della Penisola con una crescita sostenuta di presenze e soggiorni.
PREZZI CONTENUTI TRAINO DELLA SPESA. Tra i motivi dell'affollamento in riva al mare, «anche i prezzi contenuti, se non diminuiti, nei confronti della stagione 2014» dicono gli operatori che hanno partecipato all'indagine. L'incremento dei turisti sulle spiagge italiane rispetto a un anno fa viene previsto tra il 20 e il 30 per cento, anche se va tenuto conto delle pessime condizioni atmosferiche del 2014.
PRIMATO AD ABRUZZO ED EMILIA-ROMAGNA. Le migliori performance sono attese in Abruzzo ed Emilia-Romagna. Aumenti consistenti si annunciano anche in confronto alle stagioni 2013 e 2012: vanno dal 15 per cento (Friuli-Venezia Giulia, Molise, Veneto) al 25 per cento (Abruzzo, Emilia-Romagna, Puglia, Sicilia).
11 MILIARDI PER LA TAVOLA. Quasi un terzo della spesa di italiani e stranieri in vacanza in Italia è destinato alla tavola, tra ristoranti, pizzerie, trattorie, prodotti enogastronomici, per un importo complessivo stimato in circa 11 miliardi. È quanto emerge da uno studio della Coldiretti che nel padiglione No farmers no party all'Expo di Milano ha presentato la classifica dei primati enogastronomici con l'assegnazione delle Bandiere del gusto 2015. Il cibo è il vero valore aggiunto delle vacanze made in Italy.
ITALIA, LEADER NEL TURISMO ENOGASTRONOMICO. Tra tutti gli elementi della vacanza, dall'alloggio ai trasporti, dai servizi di intrattenimento a quelli culturali, la qualità del cibo in Italia è quella che ottiene il più alto indice di gradimento tra i turisti. L'Italia - precisa la Coldiretti - ha conquistato la leadership mondiale nel turismo enogastronomico grazie a 4.886 prodotti tradizionali censiti dalle Regioni, 272 specialità Dop/Igp riconosciute a livello comunitario, 415 vini Doc/Docg, quasi 21mila agriturismi e oltre 6.600 fattorie dove acquistare direttamente dagli agricoltori di Campagna Amica.

Correlati

Potresti esserti perso