Soccorritori Luogo Dell 150826132627
TRAGEDIA 26 Agosto Ago 2015 1354 26 agosto 2015

L'11 settembre fa ancora male: quasi 4 mila casi di tumore

Non solo Marcy Borders. Migliaia le persone colpite da un cancro per le polveri.

  • ...

Lo skyline di New York poco dopo gli attacchi alle Twin towers.

A distanza di quasi 14 anni l'attentato alle Twin towers dell'11 settembre continua a mietere vittime.
Non v'è certezza sulle origni del cancro costato la vita a Marcy Borders, la 'Dust lady' divenuta icona di Ground zero, ma è stata lei stessa a ricondurre alle polveri inalate quel giorno l'origine della sua malattia.
Quel che è certo, invece, è che gli ultimi dati riportati dal New York Post parlano di almeno 3.700 casi di tumore dovuti alle conseguenze della strage.
CASI DI TUMORE TRIPLICATI. Soccorritori, per la maggior parte, costretti a respirare le polveri sprigionate dallo schianto degli aerei sulle Torri gemelle.
Una tendenza tutt'altro che in attenuazione, se si considera che i casi di tumore sono più che triplicati tra il 2013 (1.140) e il 2015.
Tra i dati del Post, l'ultimo a occuparsi della contabilità delle vittime, ci sarebbero oltre 3.330 soccorritori malati, tra vigili del fuoco del dipartimento di New York, agenti di polizia e altre persone impegnate nelle operazioni di salvataggio.
Tra i sopravvissuti, gli abitanti del quartiere e le persone che lavoravano in quell'area si contano, invece, almeno altri 467 casi.
MALATTIA SVILUPPATA PIÙ FACILMENTE. Per diversi epidemiologi, d'altra parte, i lavoratori dell’11 settembre hanno sviluppato alcuni tipi di cancro a un tasso decisamente più alto rispetto alla media della popolazione.
In particolare alla prostata, alla tiroide e allo stomaco. Per non parlare di leucemia e mieloma multiplo.
AGENTI CANCEROGENI NELLA POLVERE. La nuvola di polvere e detriti comprendeva, infatti, agenti cancerogeni riconosciuti, comprese diossine e idrocarburi policiclici aromatici.
Oltre 2 mila, a oggi, le persone che hanno ottenuto risarcimenti per le loro malattie. Un capitano dei pompieri in pensione, che ha lavorato senza sosta per una settimana dopo l'11 settembre e ha trascorso mesi tra le macerie delle Torri, ha ricevuto 1,5 milioni di dollari dal '9/11 Victim compensation fund' per malattie polmonari e un cancro al pancreas inoperabile.

Correlati

Potresti esserti perso