DAY AFTER 27 Agosto Ago 2015 1516 27 agosto 2015

Virginia, il giorno del dolore per Alison Parker e Adam Ward

Obama dopo il duplice omicidio in diretta: «Le armi uccidono più del terrorismo». Foto.

  • ...

Mentre gli abitanti della Virginia portano il loro ultimo saluto a Alison Parker e Adam Ward, la giornalista e il cameraman assassinati in diretta dall'ex collega Vester Flanagan, all'indomani dello scioccante, duplice omicidio al centro del dibattito negli Stati Uniti c'è di nuovo la questione delle armi, su cui ancora una volta è tornato a pronunciarsi il presidente Barack Obama.
OBAMA: «LE ARMI UCCIDONO PIÙ DEI TERRORISTI». «Il numero di persone che in America muore a causa delle armi da fuoco è molto superiore a quello delle vittime del terrorismo», ha detto Obama nel corso di un'intervista televisiva.
IL MEMORIALE ALL'INGRESSO DEGLI STUDI TELEVISIVI. All'ingresso degli studi del canale WDBJ7, che ha osservato in diretta un minuto di silenzio nell'ora esatta in cui Alison Parker e Adam Ward sono stati uccisi a colpi di pistola, familiari e colleghi delle giovani vittime hanno improvvisato un memoriale, con fiori, disegni e dediche commosse. Tra gli oggetti lasciati per ricordo anche un maglione con la scritta 'Virginia Tech', perché l'operatore Adam Ward era un ex studente del Politecnico di Blacksburg (foto).
LE CONDOGLIANZE DEI GENITORI DEL KILLER. Anche i genitori del killer hanno voluto porgere le loro condoglianze: «È col cuore pesante e con profonda tristezza che esprimiamo le nostre condoglianze più sincere alle famiglie di Alison Parker e Adam Ward». Con una nota ufficiale diffusa la loro avvocato, il padre e la madre di Vester Flanagan hanno dichiarato che «stanno pregando per la guarigione di Vicki Gardner», la donna intervistata rimasta ferita durante la sparatoria. «I nostri pensieri e le nostre preghiere in questo momento vanno ai famigliari delle vittime e a WBDJ7. Le parole non possono esprimere il dolore che proviamo per le vittime». La famiglia ha quindi chiesto ai media di rispettare la sua privacy.
FLANAGAN AVEVA SCATTI D'IRA CONTRO I COLLEGHI. Intanto, però, un documento interno della televisione WBDJ7, pubblicato dal Guardian, ha rivelato che Flanagan aveva frequenti scatti di rabbia contro i suoi colleghi quando lavorava per il network. Usava contro di loro «un linguaggio del corpo aggressivo», tanto da farli sentire minacciati. Fra i documenti ottenuti dal quotidiano inglese ci sono anche alcune lettere di richiamo inviate a Flanagan nel 2012, in cui gli viene prima chiesto e poi imposto dai dirigenti di rivolgersi a un medico per i suoi gravi problemi di comportamento. Nel luglio del 2012 la richiesta dell'azienda era diventata obbligatoria. Nel caso in cui Flanagan si fosse ancora rifiutato sarebbe scattato il licenziamento, arrivato poco dopo.

Correlati

Potresti esserti perso