Papa Francesco 150828174751
VATICANO 1 Settembre Set 2015 1255 01 settembre 2015

Giubileo, il papa chiede amnistia e perdono per l'aborto

Francesco invia un messaggio sull'interruzione di gravidanza. E auspica misure di clemenza per i detenuti.

  • ...

Papa Francesco.

A nemmeno 100 giorni dall'inizio del Giubileo papa Francesco chiede clemenza per i detenuti e perdono per le donne che hanno abortito Un doppio messaggio destinato a fare rumore, dopo le già discusse aperture alla comunità Lgbt dei giorni scorsi.
«UNA GRANDE AMNISTIA». «Il Giubileo», ha spiegato il pontefice, «ha sempre costituito l'opportunità di una grande amnistia, destinata a coinvolgere tante persone che, pur meritevoli di pena, hanno tuttavia preso coscienza dell'ingiustizia compiuta e desiderano sinceramente inserirsi di nuovo nella società, portando il loro contributo onesto».
Francesco ha inoltre assicurato a tutti i carcerati la possibilità di ottenere l'indulgenza plenaria nelle loro celle.
«SACERDOTI ASSOLVANO PER L'ABORTO». Bergoglio ha quindi esplicitato una riflessione sulla Chiesa e le facoltà dei sacerdoti di concedere il perdono in materia di aborto. «In occasione del prossimo Giubileo della misericordia», ha scritto in una lettera a monsignor Rino Fisichella, «ho deciso, nonostante qualsiasi cosa in contrario, di concedere a tutti i sacerdoti la facoltà di assolvere dal peccato di aborto quanti lo hanno procurato e pentiti di cuore ne chiedono il perdono».
Già nell'intervista concessa nel 2013 a Civiltà cattolica, il pontefice aveva chiesto più misericordia per le donne che hanno abortito.
FACOLTÀ ESTESA. Finora la facoltà di perdonare l'aborto ai genitori che l'avevano commesso e ai medici e operatori sanitari che vi avevano partecipato era riservata al vescovo diocesano, che in certe occasioni ne poteva dare delega anche ai sacerdoti. Per il Giubileo straordinario che si apre il prossimo 8 dicembre, il papa aveva poi istituito la figura dei «missionari della misericordia», da inviare in tutte le diocesi con la facoltà di confessare tutti i peccati, fino a quelli riservati alla Sede apostolica, compreso quindi l'aborto. Ora Bergoglio fa un ulteriore passo, estendendo la facoltà di perdonare il procurato aborto a tutti i sacerdoti.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso