Volkswagen 150924154418
BUFERA 24 Settembre Set 2015 1530 24 settembre 2015

Lo scandalo Volkswagen si allarga all'Europa, Bild: «Anche Bmw coinvolta»

Il quotidiano tedesco accusa anche la casa bavarese: il titolo crolla in Borsa. El Pais: «Mezzo milione di veicoli Seat fuori norma». Torino apre inchiesta su Volkswagen. Berlino ammette: «Emissioni truccate anche in Ue».

  • ...

Secondo il quotidiano tedesco Bild anche Bmw avrebbe truccato sui test: le emissioni di alcuni veicoli su strada avrebbero superato di 11 volte i limiti europei fissati per le Euro-6.

Non solo Volkwagen, il fumo del Dieselgate si allarga all'Europa e i dubbi su livelli irregoalari di emissioni contagiano altri marchi di auto.
BILD: «COINVOLTA ANCHE BMW». La Bild ha tirato in ballo i test effettuati da Bmw che non distiguerebbe i dati nelle indagini fatte in laboratorio e quelle su strada.
Oggetto dell'indiscrezione del quotidiano tedesco sarebbero le Bmw X3 xDrive 20d, che nei test su strada avrebbero superato di 11 volte i limiti europei fissati per le Euro-6. Secondo l'inserto della Bild le autorità europee non hanno investigato le differenze evidenziate fra le emissioni NOx in laboratorio e nel mondo reale.
Bmw ha prontamente ribattutto che «non esiste un programma per riconoscere i cicli di test delle emissioni all'interno di Bmw. Tutti i sistemi di emissione rimangono attivi anche al di fuori dei test» ma la replica non è servita a limire le perdite del titolo della casa bavarese che è crollato del 10%.
OMBRE ANCHE SU SEAT. Un'altra denuncia è arrivata dal quotidiano spagnolo El Pais, che ha svelato come Seat (casa spagnola del gruppo tedesco Volkswagen), abbia montato più di mezzo milione di motori truccati su auto prodotte dal 2009. Anche in questo caso, però, Seat assicura che «tutte le nuove auto vendute nell'Ue equipaggiate con motori Euro 6 soddisfano, senza eccezione, le norme legali e ambientali».
IL GOVERNO TEDESCO: «MOTORI MANIPOLATI ANCHE IN EUROPA». È ormai certo certo che ci siano auto con i dati sulle emissioni truccati ed emergono prime ricostruzioni che coinvolgono anche altri marchi di quattro ruote: «Siamo stati informati che anche in Europa i veicoli con motori diesel 1.6 e 2.0 sono stati manipolati», ha detto il ministro dei Trasporti tedesco, Alexander Dobrindt che ha svelato come la stessa azienda di Wolksburg abbia ammesso il problema sui modelli incriminati non riguarda solo gli Usa.
Il tutto mentre emerge un retroscena dagli Usa: la casa tedesca aveva avvertito ad aprile, con una lettera, i proprietari californiani del fatto che le vetture potevano non superare i test anti-inquinamento e che l'azienda avrebbe rilasciato a breve un nuovo software per le centraline di controllo diesel con l'obiettivo di risolvere il problema. Una novità che getta un'altra luce sulle scandalo delle emissioni, all'indomani dell'uscita dell'amministratore delegato Martin Winterkorn.
TORINO APRE UN'INCHIESTA SU VW. Anche l'Italia ha deciso di fare chiarezza sul caso. E la procura di Torino ha aperto un'inchiesta su Volkswagen.
Il fascicolo è stato aperto alcuni giorni fa dal pm Raffaele Guariniello, che si avvale della collaborazione dei carabinieri del Nas. Non ci sono iscritti nel registro degli indagati. Sono già stati comunque ipotizzati alcuni reati, tra cui la frode in commercio. Gli accertamenti, che riguaradano le vetture circolanti nel nostro Paese, verranno estesi anche ad altre marche automobilistiche.

Correlati

Potresti esserti perso