Ingrao 150928090348
LUTTO 28 Settembre Set 2015 0903 28 settembre 2015

Si è spento Ingrao, compagno poeta

Utopista ed "eretico". Ma anche poeta e scrittore. Un ricordo di Ingrao.

  • ...

Se n'è andato a 100 anni Pietro Ingrao, ultima icona della sinistra romantica e utopica che ha affascinato intere generazioni di giovani dal Dopoguerra.
Per tutta la sua lunga carriera politica, con toni mai da comizio e la sua leggera cadenza ciociara, Ingrao ha riconosciuto ogni volta le sconfitte della storia e la necessità di ripartire dagli errori commessi avendo sempre in testa la Luna di un mondo più giusto a dimensione umana come traspare dalla sua autobiografia intitolata proprio Volevo la luna.
LA PRODUZIONE LETTERARIA. Ma se l'Ingrao politico è conosciuto, compresi gli «errori» poi ammessi come schierarsi con l'Unione sovietica durante l'invasione dell'Ungheria nel 56, forse meno noto è il poeta e lo scrittore.
Secondo i critici la sua opera più importante è Appuntamenti di fine secolo, pubblicata con la collaborazione di Rossana Rossanda nel 1995.
Nel 2011 poi scrisse il pamphlet Indignarsi non basta, risposta a Indignatevi! di Stéphane Hessel, appello a non cadere nel disinteresse per la politica.
Diceva Ingrao di essere considerato un «acchiappanuvole», «un perdente di successo», un sognatore, un utopista. Forse consapevole anche di esserlo.
Ec è così che Lettera43.it vuole ricordarlo, attraverso i suoi versi.

Da noi discendete. Da ciò che fummo.
La rosa non ci sarebbe.
Se ci cancelli, s'apre un abisso.

L'indicibile dei vinti.
Il dubbio dei vincitori.

Come sembra impossibile
quest'allontanarsi.
Come fuggi da me.
Tu così necessaria.
Ti allontani.
Tu: sete.

E un estratto da Un'educazione sentimentale.

«Siamo stati la generazione di questo sanguinoso transito. Siamo stati presi per le spalle e scossi violentemente, messi - nel cuore della giovinezza - dinanzi a dilemmi laceranti, gettati nel fuoco di massacri, e abbiamo conosciuto la parola: sterminio. In fondo, un conflitto totale, quale mai fino ad allora l'umanità aveva visto».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso