Afgani 151002202445
ESTERI 2 Ottobre Ott 2015 1955 02 ottobre 2015

Afghanistan, l'importanza strategica di Kunduz

Perché i talebani hanno attaccato la città. Bombe Nato sull'ospedale di Msf: decine di morti.

  • ...

Militari afgani di fronte al cadavere di un talebano.

Infuria la battaglia a Kunduz City, capoluogo dell'omonima provincia settentrionale dell'Afghanistan, caduta nelle mani dei talebani smentendo quanti li consideravano in crisi dopo la morte del Mullah Omar.
Mentre gli abitanti fuggono in massa ed è allarme per un bombardamento della Nato su un ospedale di Medici senza frontiere con decine di morti, le forze armate statunitensi e l'esercito afgano tentano di riconquistare la città dalla grande importanza simbolica. Kunduz è la prima città ad essere stata ripresa dalle forze talebane da quando il loro regime venne rovesciato nel 2001 in seguito all'invasione guidata dagli Usa ed era la roccaforte dei talebani nel Nord del Paese fino a quell'anno.
CROCEVIA DI TRAFFICI E COMMERCI. L'importanza strategica di Kunduz si spiega con diversi fattori: innanzitutto è il quinto centro urbano più importante dell'Afghanistan, con 300 mila abitanti, e rappresenta un crocevia di traffici e commerci, essendo collegata attraverso autostrade con la capitale Kabul a Sud, con Mazar-e Sharif (la quarta maggiore città afgana) a Ovest e col Tagikistan al Nord.
CONTROLLO DELLA VIA DELLA DROGA. In secondo luogo il poroso confine tra i due Paesi viene utilizzato per il contrabbando di oppio afgano ed eroina verso l'Asia centrale (e da lì l'Europa). Controllare Kunduz significa quindi controllare una delle più importanti vie del traffico di droga nella regione.
CENTRO AGRICOLO DELLA PROVINCIA. Un altro motivo di importanza strategica della città è che rappresenta il più importante centro agricolo della provincia (produce grano, riso, miglio e altro) tanto da meritarsi il soprannome di 'alveare dello Stato'.




ACCUSE DI CRIMINI CONTRO L'UMANITÀ. I talebani, dopo aver sigillato i quattro accessi al capoluogo e bloccato la strada dell'aeroporto, hanno preso il controllo del centro di Kunduz City, dall'ospedale agli edifici del Consiglio provinciale, dei servizi segreti, dell'Alto consiglio per la pace e della rappresentanza delle Nazioni Unite in Afghanistan, nonché di banche private. Alcuni media hanno anche assicurato che la prigione è stata occupata dai militanti che hanno liberato molti detenuti, mentre le organizzazioni per i diritti umani hanno denunciato omicidi di massa e stupri nei confronti della popolazione civile.
ABBATTUTO UN AEREO USA. In uno scenario che riporta il calendario indietro di molti anni, soldati statunitensi, britannici e tedeschi fra gli altri, stanno combattendo a fianco delle truppe afgane per riconquistare Kunduz.
Il 2 ottobre almeno 11 persone, sei militari Usa e cinque civili, sono morti nello schianto di un C-130 avvenuto all'aeroporto di Jalalabad, un abbattimento rivendicato dai talebani.
I TALEBANI SONO ANCORA FORTI. Il presidente della repubblica Ashraf Ghani ora dovrà fare i conti con un interlocutore che, lungi dall'essere stato debilitato da 14 anni di guerra e dalle lotte intestine seguite alla morte del Mullah Omar, mostra una importante capacità militare che peserà nel caso si dovesse giungere un giorno all'avvio dell'auspicato dialogo inter-afgano di pace e riconciliazione.

Correlati

Potresti esserti perso