Trump, 'putsch' profughi siriani in Usa
NARCOS 8 Ottobre Ott 2015 1904 08 ottobre 2015

El Chapo Guzman: 100 milioni di dollari per la testa di Trump

Per il narco-trafficante, il repubblicano denigra i messicani.

  • ...

Donald Trump si sta facendo nemici anche al di fuori della politica.
Il superboss del cartello di Sinaloa, El Chapo Guzman, ha offerto 100 milioni di dollari per la sua testa. Vivo o morto, come si dice.
Joaquin Guzman è latitante dallo scorso luglio, quando era riuscito ad evadere dal carcere con una fuga rocambolesca.
Il candidato alle primarie repubblicane per la corsa alla Casa Bianca, dice, è 'colpevole' di aver offeso l'onore nazionale dei messicani.
LA NOTIZIA SUI SOCIAL. La notizia, senza alcuna conferma ufficiale, circola in modo incontenibile sui social network messicani, malgrado la fonte della clamorosa rivelazione siano anonimi e imprecisati 'compagni di prigione' del Chapo prima della sua fuga.
Trump «si rimangerà le sue parole» sui messicani, avrebbe detto El Chapo, che «stava pianificando la morte di Donald già prima della fuga».
Secondo fonti anonime di Fresh Hot Stuff, confermate da quelle non meno anonime di Most Extreme News, in prigione il narco boss si era infuriato: voleva vedere Donald Trump morto e diceva che era disposto a pagare qualsiasi cifra per la sua testa.
PRIME MINACCE A LUGLIO. Già nel luglio scorso, dopo la fuga del Chapo, si era parlato di una minaccia contro Trump lanciata da una pagina Twitter intestata a Joaquin Guzman e probabilmente amministrata dal figlio del boss.
All'epoca il candidato repubblicano aveva detto di avere rafforzato le sue misure di sicurezza, lamentandosi che ormai aveva «agenti dappertutto, perfino appesi dagli alberi».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso