Maltempo Tivoli Roma 151014210701
CRONACA 14 Ottobre Ott 2015 2100 14 ottobre 2015

Maltempo, la pioggia flagella il Centro-Sud: quattro morti

Morti in Lazio, Abruzzo e Campania. Esonda il fiume Aniene a Tivoli. Allerta a Roma.

  • ...

Esondazioni, case e scantinati allagati, decine chiamate alla protezione civile e anche tre vittime. I violenti temporali che hanno colpito il Centro-Sud hanno fatto scattare l'emergenza nel Lazio, dove è esondato il fiume Aniene, e in Abruzzo. Ma gravi problemi sono stati segnalati problemi anche in Toscana, nelle Marche e in Campania.
L'ultima vittima è una donna di 70 anni, travolta dall'acqua nella propria abitazione a Pago Veiano, in provincia di Benevento.
In precedenza un uomo di circa 40 anni era morto a Paliano (Frosinone). Era in auto con altre due persone ed è finito in una voragine, a causa del maltempo nella zona. Il suo corpo è stato estratto senza vita vita dai Vigili del fuoco mentre gli altri due passeggeri sono sono riusciti a salvarsi.
LA MARSICA IN GINOCCHIO. In Abruzzo una donna di 51 anni è deceduta dopo essere stata travolta da una frana nel comune di Civitella Roveto, in provincia de L’Aquila. La donna, secondo quanto si è appreso dai vigili del fuoco, è finita sotto il muro di contenimento della propria abitazione, crollato in seguito alla frana.
Il corpo della donna è stato estratto dai vigili del fuoco.
I pesanti rovesci che dal pomeriggio hanno messo in ginocchio la Valle Roveto e la Marsica hanno causato un'altra tragedia a Tagliacozzo (L'Aquila): un fulmine ha colpito un uomo mentre stava togliendo l'acqua dalla cantina della propria abitazione.
ANIENE ESONDATO A TIVOLI. Decine sono stati gli interventi delle forze dell’ordine e dei vigili del fuoco per soccorrere persone in difficoltà in provincia di Roma. Come è accaduto in via delle Cento Camerelle, nella zona di Villa Adriana, dove alcuni abitanti hanno segnalato al 113 auto che galleggiano ma anche il livello dell’acqua che è salito fino «ad altezza collo».
Sempre in prossimità di Tivoli, in via Arci, la polizia è intervenuta per salvare un uomo rimasto intrappolato con due bambini nella sua auto finita in un’enorme pozza. Entrambi gli allagamenti sarebbero stati provocati da una bomba d’acqua che ha causato l’esondazione di un torrente e successivamente dell’Aniene.
In alcune circostanze gli abitanti della zona di via Maremmana inferiore si sono rifugiati sui tetti delle case in attesa dei soccorsi. Altri allagamenti sono stati segnalati alle porte di Anzio, ad Artena e a Castel Madama, con problemi nelle case, nei magazzini e nei seminterrati dei palazzi.
FRANA SU FERROVIA ROMA-CASSINO. Disagi si sono verificati anche lungo la linea ferroviaria Roma-Cassino. Dal mattino la Fr6, la tratta che collega la Capitale alla Ciociaria è stata paralizzata per una frana avvenuta all’altezza della zona di Colle Mattia. Binario unico sulla linea (anche interrotta a lungo verso le 13) e rallentamenti record con attese tra i 40 e i 60 minuti sui treni: un disastro per chi doveva raggiungere il posto di lavoro a Roma. Al lavoro squadre di vigili del fuoco.
Ed una nuova perturbazione sta portando altri temporali su buona parte dell'Italia. Il Dipartimento della Protezione Civile ha dunque emesso un'allerta meteo. Dalle prime ore del 15 ottobre i fenomeni interesseranno Sicilia, Basilicata, Calabria e Puglia. Previsto alto rischio idrogeologico in Sicilia.

Correlati

Potresti esserti perso