MALTEMPO 15 Ottobre Ott 2015 1214 15 ottobre 2015

Maltempo, la mappa dell'emergenza in Italia

Le alluvioni fanno 5 morti. Colpite Lazio, Abruzzo, Campania, Puglia e Sicilia. Foto.

  • ...

Antonio Zappiello, titolare di un deposito in uno scantinato alla contrada Varoni di Montesarchio (Benevento), che si era allagato nel corso della notte a causa della abbondanti piogge, è morto per un malore mentre ripuliva lo stabile. L'uomo, malato di cuore, aveva 70 anni.
La mattina del 15 ottobre una donna di 70 anni, Anna De Ieso, è morta travolta dall'acqua nella propria abitazione a Pago Veiano, in provincia di Benevento. La vittima, secondo una ricostruzione, si è svegliata nel cuore della notte con la casa allagata. Uscita di casa in preda al panico, è stata travolta dai flutti.
Sale così a 5 il bilancio dei morti per le alluvioni che hanno colpito il Centro e Sud Italia. E le polemiche sul dissesto idrogeologico sono riprese, come ogni volta che nella penisola la pioggia cade con particolare irruenza.
Alto rischio idrogeologico in Sicilia: disposta la chiusura delle scuole a Catania, Messina e Trapani. Roma è stata invece risparmiata dai nubifragi, nonostante fosse stato diramato l'allarme rosso per rischio idrogeologico.
TRE VITTIME IN ABRUZZO E LAZIO. Il 14 ottobre sono state tre le vittime: due in Abruzzo (anche se una di queste potrebbe essere morta per cause naturali) e l'altra nel Lazio.
Quattro persone sono rimaste bloccate all'interno di un capannone vicino a Tivoli, alle porte di Roma, a causa dell'esondazione dell'Aniene dovuta alle piogge. Molti fiumi e torrenti sono usciti dagli argini in tutto il Centro-Sud, e sono previsti danni per milioni di euro alle case e all'agricoltura.
«650 MILIONI PER OPERE DI PREVENZIONE». «Questa è la fotografia del nostro Paese: noi abbiamo un Paese a rischio perchè purtroppo per anni, per decenni, abbiamo trascurato il territorio e non abbiamo fatto gli interventi di prevenzione. Il risultato è un Paese che ha ricevuto poca manutenzione» ha dichiarato il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti a SkyTg24, aggiungendo che «abbiamo finanziato prima quelle opere che sono già in stato avanzato di progettazione, oltre che quelle a maggior rischio. Ne abbiamo individuate per 1,3 miliardi, di cui 650 milioni sono già finanziati. Mancano 650 milioni che pensiamo di finanziare con l'inizio dell'anno nuovo».

Ecco i danni del maltempo regione per regione:

Campania: due morti e oltre 300 interventi dei vigili del fuoco

Due morti nel Beneventano e oltre 300 interventi d'emergenza. Il fiume Calore è esondato in diversi punti della città e il sindaco Fausto Pepe ha emesso un’ordinanza di chiusura delle scuole. A Caserta, poco dopo le 2.30, una forte perturbazione ha colpito la zona tra i comuni di Santa Maria Vico e Arienzo. Le squadre dei vigili del fuoco hanno effettuato interventi per allagamenti e rimozione di detriti.
Due famiglie, una decina di persone, che si erano rifugiate sui tetti delle abitazioni sono state recuperate con l'utilizzo di un mezzo anfibio. La situazione sta lentamente migliorando.
UN MURO CROLLATO A SALERNO. A Salerno, particolarmente colpito il comune di Castel San Giorgio, dove in via Cerreto un muro di contenimento ha ceduto causando una perdita di gas metano.
L'autostrada A3 al km 47 tra Cava dei Tirreni e Vietri sul Mare è rimasta parzialmente ostruita da un albero caduto sulla sede stradale. I torrenti Reinello e Calore sono esondati causando numerosi allagamenti nel capoluogo e nel comune di Duggenta.
La circolazione dei treni sulle linee Caserta-Foggia e Benevento-Avellino è stata sospesa a causa dei danni causati dai violenti temporali e dalle bufere di vento che si sono abbattuti, con decine di fulmini, la scorsa notte in molte zone della Campania.
DANNI A POMPEI. Infiltrazioni d'acqua causate dal maltempo hanno danneggiato il mosaico del pavimento della domus di Giulio Polibio, negli scavi archeologici di Pompei.

Sicilia: scuole chiuse e un treno deragliato

Sottopassi allagati, scantinati pieni d'acqua, alberi caduti, smottamenti con strade chiuse e un treno uscito dai binari, con due contusi lievi. È il bilancio provvisorio del maltempo in Sicilia, che è stato meno violento di quanto previsto, ma che ha fatto registrare violenti temporali accompagnati da forti raffiche di vento in tutta l'isola, dove le scuole sono quasi tutte chiuse.
Una frana causata dal maltempo ha parzialmente bloccato la statale 643 di Polizzi Generosa, nel tratto dal chilometro 14 al chilometro 16 in provincia di Palermo. Una grossa massa di detriti si è staccata dalla montagna.
TRENO DERAGLIATO A CALTANISSETTA. Un treno delle ferrovie dello Stato in servizio sulla tratta Palermo-Catania, nei pressi di Villafiorito (Caltanissetta) è uscito dai binari per l'esondazione di un torrente che ha causato uno smottamento. Il convoglio, che non è deragliato ma ha subìto uno 'svio', si è subito fermato rimanendo stabile. Due persone, il macchinista e una viaggiatrice, sono rimasti lievemente contusi.

Abruzzo: due morti nell'Aquilano

L'Abruzzo conta i danni il giorno dopo l'alluvione che ha colpito la Marsica e che ha fatto due morti nell'Aquilano, una donna di 51 anni, travolta dal crollo del muro di contenimento della sua casa a Civitella Roveto, e un 67enne di Tagliacozzo trovato morto nella sua cantina allagata.
CENTINAIA DI EMERGENZE. Oltre cento le situazioni di emergenza che hanno visto l' intervento dei Vigili del fuoco, soprattutto nella Valle Roveto. Nella notte, sono state evacuate abitazioni allagate dallo straripamento del Liri e di case rimaste isolate e senza energia elettrica. Solo dopo l'intervento dei tecnici dell'Enel, che con l'ausilio di gruppi elettrogeni hanno ripristinato l'erogazione di energia elettrica, diversi cittadini sono stati ricondotti nelle proprie abitazioni.
UN PAESE SENZ'ACQUA. Un intero paese, Canistro, in provincia dell'Aquila, è rimasto senza acqua potabile a causa delle infiltrazioni nella rete idrica di liquami provenienti dagli smottamenti e dalle frane che hanno interessato tutta la zona della Valle Roveto. Per sopperire alla carenza di acqua potabile l'amministrazione comunale ha fatto distribuire alla popolazione dai carabinieri e dal corpo forestale dello Stato acqua minerale proveniente dal locale stabilimento della società Santa Croce.

Puglia: colpita la provincia di Foggia

Interventi anche in Puglia nella provincia di Foggia, colpita stanotte dalla perturbazione. Interessato soprattutto il capoluogo e il territorio del comune di Troia. Risultano allagamenti diffusi sulla SS 90, SP 109 e SP 116. Un muro di sostegno, nel comune di Troia, ha ceduto e si è abbattuto su una cabina della rete del gas metano causando una contenuta perdita che è stata risolta in breve tempo. Alcune persone rimaste bloccate nelle proprie abitazioni sono state recuperate da personale dei vigili del fuoco.

Lazio: un uomo morto in auto

Un uomo di 40 anni è morto il 14 ottobre a Paliano (Frosinone), dopo che l'auto su cui viaggiava è finita in una voragine, apertasi a causa del maltempo. A bordo dell'auto c'erano tre persone. Due di loro sono riuscite a salvarsi.
Quattro persone sono rimaste bloccate all'interno di un capannone vicino a Tivoli, alle porte di Roma, a causa dell'esondazione dell'Aniene dovuta alle piogge.
TRENI BLOCCATI. Una frana ha causato disagi lungo la linea ferroviaria Roma-Cassino. La pioggia intensa ha provocato problemi anche a Cassino (Frosinone), con l'allagamento di alcune abitazioni.
I vigili del fuoco hanno lavorato per rimuovere dalle strade diversi alberi crollati durante il nubifragio.

Correlati

Potresti esserti perso