Beppe Grillo Imola 151017222122
IL VIDEO 19 Ottobre Ott 2015 1724 19 ottobre 2015

M5s, il Gioca jouer anti senatori diventa cafonal

A Imola va in scena la parodia contro i senatori, ma a replicare i gesti più squallidi sono i grillini. Che sembrano divertirsi.

  • ...

Dito, doppio dito, corna, ombrello, sputo. Non è certo un corso di bon-ton quello che il Movimento 5 stelle ha portato sul palco di Imola il 18 ottobre per coinvolgere il suo pubblico in un momento di ludibrio e allo stesso tempo indignazione.
'Gesti sessisti al senato' è la parodia del celebre Gioca jouer di Cecchetto, che il comico Dado ha rivisitato in chiave politica. E che i grillini hanno subito fatto propria per denunciare la mediocrità della classe politica italiana.
Salvo poi trasformare tutto in una rappresentazione ancora più cafonal della realtà, di cui loro stessi e il pubblico si sono resi protagonisti.
Durante la manifestazioen nazionale del Movimento cinque stelle il comico Dado è salito sul palco per ballare il nuovo Gioca jouer dei senatori, il tutto mentre dietro di lui una donna, una sorta di 'gobbo', invitava il pubblico a ripetere le mosse peggiori dei politici.
«Si viene eletti coi gesti soprattutto sessisti!», dice il testo accompagnato da una serie di performance.
Facile immaginare il gesto che accompagna la minaccia: 'Ti aspetto fuori', o l'esclamazione 'sto ca...o'.
GIOCA ALLA FELLATIO. Meno intuitivo invece quello che traduce in gesti la frase 'sono stato frainteso', ma che fa riferimento alle parole del senatore Lucio Barani accusato di aver mimato una fellatio in risposta alla senatrice cinquestelle Barbara Lezzi. Gesto che fu subito denunciato nell'aula dal Senato dalla grillina Paola Fontana, che disse di vergognarsi persino a mimarlo di nuovo.
Un senso del pudore che dentro il Movimento sembra essere l'unica ad avere. Più che un momento di satira, però, la messa in scena del ballo cafonal davanti a un pubblico replicante e divertito è stata vista sui social network come una scena grottesca.
I COMMENTI SU FACEBOOK. Sulla pagina Facebook 'Guerriglia antigrullina', il video è stato postato con il titolo: «I blogotomizzati a Imola». E i commenti degli utenti sono sulla stessa linea.
C'è poi chi rivendica anche la paternità dell'idea: sul profilo Twitter della trasmissione Gazebo condotta su Rai3 da Diego Bianchi, alias Zoro, si fa riferimento al ballo in versione politica come una sorta di copyright. Come dire: ogni scarrafone è bello a mamma soja.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso