Airbus Della Compagnia 151031092759
TRAGEDIA 31 Ottobre Ott 2015 0817 31 ottobre 2015

Egitto, aereo civile russo precipita sul Sinai

Precipita aereo russo carico di turisti: 224 morti. Il pilota aveva lanciato un Sos. Esclusa l'ipotesi terrorismo, forse un'avaria. Ma l'Isis rivendica. Già individuati i rottami.

  • ...

Un Airbus A-321 della compagnia Kogalymavia.

Tragedia nei cieli egiziani, dove un aereo civile russo con a bordo 224 persone tra passeggeri e membri dell'equipaggio è precipitato sulla penisola del Sinai, a 100 chilometri da Al-Arish. Nessuno è sopravvissuto.
La conferma della notizia, diffusa dalla Tass, è stata data dal premier Sherif Ismail, che ha immediatamente costituito un comitato di crisi.
FORSE UN'AVARIA. Secondo le prime ricostruzioni, la causa dello schianto sarebbe riconducibile a un guasto tecnico che il pilota sarebbe riuscito a segnalare, chiedendo un atterraggio di emergenza per il malfunzionamento della stazione radio «poco prima di scomparire dai radar».
L'ISIS RIVENDICA. L'Isis ha rivendicato con un comunicato e un video il presunto abbattimento. Ma fonti della sicurezza egiziana hanno smentito con forza l'autenticità della rivendicazione e affermato che il velivolo volava a un'altitudine tale da non poter essere abbattuto dai jihadisti, oltre 10 mila metri di altezza.
A BORDO SOPRATTUTTO TURISTI. L’aereo della compagnia Metrojet, un Airbus A-321 pieno di turisti, era partito da Sharm el-Sheikh con destinazione San Pietroburgo. Sarebbe precipitato 23 minuti dopo il decollo vicino all'area dove l'esercito egiziano sta combattendo i militanti dell'Isis, tra Arish, Hasna e Nekhe.
INDIVIDUATA LA SCATOLA NERA. I rottami dell'aereo, assieme alla scatola nera, sono già stati individuati in una zona montagnosa, anche se le cattive condizioni climatiche hanno reso difficile alle squadre di soccorso, 45 ambulanze, raggiungere la scena. L'aereo sarebbe completamente distrutto e i corpi finora recuperati sarebbero un centinaio.

Inizialmente i controllori di volo della Turchia avevano smentito l’allarme lanciato dalle autorità dell’aviazione egiziana, riferendo di essere entrati in contatto con l’Airbus.
SCOMPARSO DAI RADAR. Poco dopo, però, anche le autorità russe hanno confermato che l’aereo era scomparso dai radar.
TRA I PASSEGGERI ANCHE 17 BAMBINI. A bordo c’erano 224 persone, sette membri dell’equipaggio e 217 passeggeri, cittadini russi di ritorno da una vacanza nella località balneare egiziana. Tra i passeggeri anche 17 bambini. Il presidente Russo Vladimir Putin ha ordinato un'indagine sulla tragedia, mentre il Comitato investigativo di Mosca ha aperto un'inchiesta per «violazione delle norme di sicurezza dei voli».

  • Il luogo dello schianto dell'Airbus A-321.

Correlati

Potresti esserti perso