Eliana Monti 151106183248
DENUNCIA 6 Novembre Nov 2015 1742 06 novembre 2015

Eliana Monti, il club per single denunciato dall'Aduc

L'Associazione per i diritti dei consumatori si è rivolta all'Antitrust: pratiche commerciali scorrette e utilizzo di contratti con clausole vessatorie.

  • ...

Eliana Monti è un'agenzia matrimoniale o club per single.

I clienti delusi dell'agenzia matrimoniale Eliana Monti Club si erano rivolti alla magistratura già nel 2012, denunciando di essere «caduti in una trappola».
Adesso l'Aduc, l'Associazione per i diritti dei consumatori, si è rivolta all'Antitrust, mettendo nel mirino Italia Service Srl, una società «il cui marchio commerciale è Eliana Monti Club», per presunte pratiche commerciali scorrette e utilizzo di contratti con clausole vessatorie.
TUTTO PARTÌ DA DANILA E SABRINA. Tutto è partito dalle segnalazioni di alcune cittadine, Danila da Roma e Sabrina dalla provincia di Bergamo, datate 2010 e 2008.
«Ho firmato un contratto con il club Eliana Monti dando un acconto di 300 [euro, ndr]. Leggendo in un secondo momento il contratto [ho notato che] non vi è la clausola del recesso», scriveva Danila.
«Ho sottoscritto con loro un contratto della durata di un anno per complessivi euro 1.550, comprensivi di Iva. Appena ho sottoscritto il contratto sono uscita dalla filiale e ho controllato per curiosità la clausola relativa al 'recesso'. Tale clausola cita testualmente: 'A nessuna delle parti è data facoltà di recedere anticipatamente dal presente contratto'», aggiungeva Sabrina.
Comportamento scorretto secondo l'Aduc, dal momento che «l'esclusione del diritto di recesso, in considerazione del luogo e delle modalità di conclusione del contratto, si pone in contrasto con le disposizioni del Codice del consumo».
MANCANZA DI DOCUMENTAZIONE. Un'altra presunta pratica scorretta riguarderebbe l'estensione dell’adesione del consumatore a clausole che non ha avuto la possibilità di conoscere prima della conclusione del contratto.
La prima pagina del contratto proposto da Italia Service Srl, scrive l'Aduc, quella che contiene i dati dell’utente, «fa riferimento a un contratto di finanziamento collegato, dandolo per letto e approvato in ogni sua parte. Tale contratto di finanziamento, però, non soltanto non è stato letto né sottoscritto separatamente, ma non è neanche presente tra la documentazione consegnata al consumatore».
SEDI LEGALI INESISTENTI. E non è finita qui: sempre secondo l'Aduc, dai formulari di adesione che la società offre ai suoi clienti non è chiaro chi sia a offrire il servizio.
Il contratto, di fatto, «intercorre con la Italia Service Srl», ma i formulari riportano un'intestazione diversa: SingleItalia, che dai controlli fatti dall'Aduc risulterebbe un nome vuoto, non riconducibile ad alcuna sede legale. Inoltre, la mail inviate ai clienti partono da un dominio ancora differente: @elianamonti.
«La previsione di tutti questi nomi di società, la maggior parte dei quali inesistenti, crea confusione e difficoltà per il consumatore medio», ostacolato nel tentativo di «individuare il reale contraente e, in caso di reclamo o esercizio del diritto di recesso, la sede legale a cui indirizzare efficacemente la comunicazione».
NUMERO DI INCONTRI NON GARANTITO. Un'altra scorrettezza riguarderebbe il numero di persone che l'agenzia promette di far incontrare ai single che pagano per questo servizio.
Il contratto prevede l'individuazione di un numero di contatti, ma «tale numero minimo non viene proprio inserito», anzi, viene «lasciato in bianco», determinando ulteriore confusione nel consumatore.
«DIPENDENTI E RAGAZZE IMMAGINE ALLE FESTE». Per non parlare poi della storia raccontata dal signor Giuseppe.
Iscrittosi da poco al club, credeva di poter contattare delle ragazze.
E invece, dopo pochi giorni, ha raccontato di aver partecipato a una festa Eliana Monti dove non solo «l'età delle 'ragazze' presenti era piuttosto avanzata», ma «le poche giovani e carine erano o centraliniste, o impiegate, o in qualche modo collegate all'agenzia. Ho raccolto lo scontento di molti ragazzi e uomini partecipanti a quell'avvenimento, più di uno ha annusato odore di raggiro».
Giuseppe racconta anche che una ragazza presente alla festa e presentatasi come iscritta al club sarebbe diventata «subito sfuggente quando le ho detto che la conoscevo già, perché eravamo originari dello stesso paese».
«2.500 EURO IN CAMBIO DI UN BEL NULLA». Una ragazza immagine appositamente ingaggiata? «Non ho prove, ma solo dubbi sul modo di operare di queste agenzie matrimoniali o club per single che dir si voglia», precisa Giuseppe.
«Ma sarei felice di poter smascherare chi forse sta raggirando persone che bisognose d'affetto sborsano ragguardevoli somme (2.500 euro) per aver in cambio un bel nulla».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso