Libano 141202183142
VIOLENZA 12 Novembre Nov 2015 1831 12 novembre 2015

Libano, attacco suicida contro Hezbollah

Duplice esplosione alla periferia sud di Beirut, roccaforte del movimento sciita.

  • ...

Sono almeno 37 le persone uccise e 181 ferite nella duplice esplosione avvenuta il 12 novembre alla periferia di Beirut. Lo riferisce la Croce Rossa libanese. Il bilancio è destinato a salire a causa della gravità delle condizioni di salute dei numerosi feriti. L'attentato è stato rivendicato dall'Isis.
Secondo indiscrezioni, sarebbero stati quattro gli attentatori suicidi.
COLPO A HEZBOLLAH. L'agenzia nazionale libanese Nna ha riferito che la duplice esplosione è avvenuta tra il campo palestinese di Burj Barajne e via Husseiniya, nella periferia sud roccaforte del movimento sciita Hezbollah.
Le vittime sono state colpite dalle due detonazioni tra il Caffé Shihab e l'ingresso dell'ospedale Rasul al Aazam gestito da Hezbollah.
A dar notizia della rivendicazione dell'Isis è stato il Site, che ha rilanciato un comunicato in cui l'organizzazione dello Stato islamico ha affermato che «soldati del Califfato» hanno compiuto l'attentato a Beirut contro un «raggruppamento di sciiti» e «apostati».
UN KAMIKAZE A BORDO E UNO A PIEDI. Si indica Hezbollah (Partito di Dio) come «Hezbollat», «partito delle divinità». Secondo la ricostruzione fornita dal comunicato, il primo kamikaze era a bordo di una moto-bomba, mentre il secondo era a piedi e ha azionato la cintura esplosiva che aveva indosso tra i soccorritori del primo attentato. Nel testo si parla di 40 uccisi, bilancio analogo a quello fornito dalle autorità libanesi. E si indica il luogo esatto dell'esplosione a Beirut sud.


#Beirut Tweets

Articoli Correlati

Potresti esserti perso