Eagles 151114160109
DOPO GLI ATTENTATI 15 Novembre Nov 2015 1156 15 novembre 2015

Eagles of Death Metal, morto un membro dello staff

Si tratta del merchandise manager Nick Alexander. Intanto la band, al pari di Deftones, U2 e Foo Fighters, annulla i propri concerti.

  • ...

Gli Eagles of Death Metal.

Stavano suonando sul palco del Bataclan quando i terroristi hanno iniziato a colpire in sala. Dopo i tragici fatti di Parigi, la band americana Eagles of Death Metal ha deciso di interrompere la tournee europea e di rientrare negli Stati Uniti.
Gli 'Eodm' erano attesi il 15 novembre a Bruxelles, poi anche in Italia fra il 3 e il 5 dicembre, con tre date a Roncade (Treviso), Ciampino (Roma) e Torino.
Nell'attentato ha perso la vita un membro dello staff, il merchandise manager Nick Alexander.
FUGA DA PORTA SUL RETRO. Il resto della band e della sua crew, invece, è riuscita a mettersi in salvo attraverso una porta sul retro e a raggiungere una vicina stazione di polizia.
Anche i Deftones, altro gruppo americano atteso dal 14 al 16 novembre al Bataclan, hanno deciso di rientrare negli Usa, mentre gli U2 hanno annullato il concerto del 14 novembre a Parigi.
FOO FIGHTERS ANNULLANO TOUR. I Foo Fighters hanno annunciato di aver annullato il proprio tour europeo in corso in questi giorni. Dopo aver suonato a Bologna, la band di Dave Grohl doveva essere a Torino, a Parigi e a Lione. «Alla luce di questa cieca violenza - hanno scritto - la chiusura dei confini, e il lutto internazionale, non possiamo continuare in questo momento. Non c'è altro modo per dirlo».

I rock club italiani abbracciano il Bataclan

Un abbraccio virtuale nel nome della musica. È quello che i rock club italiani stanno rivolgendo al Bataclan, la sala da concerti parigina dove c'è stato l'attacco terroristico durante il concerto degli Eagles of Death Metal.
«A Parigi a vedere gli Eagles of Death Metal - hanno scritto sulla loro pagina Facebook i responsabili del Bronson di Ravenna - poteva esserci ognuno di noi. Proprio per questo è importante dimostrare che non si vuole rinunciare per nessun motivo a quell'idea di comunità e valori condivisi che ci lega tutti quanti attraverso la musica che ci piace. Ci vediamo questa sera in tutti i club d'Italia».
«LA MUSICA NON FA PAURA». L'Estragon di Bologna ha simbolicamente cambiato, sempre su Facebook, il nome della propria pagina in 'Estragon Bataclan club'. Gli Eagles of Death Metal avevano suonato, in estate, al Botanique, la 'dependence' estiva del rock club bolognese. Messaggi di solidarietà sono stati espressi e condivisi anche dal Lokomotiv di Bologna e dall'Hiroshima Mon Amour di Torino. «La musica è l'unica cosa che non fa paura, non vuole averla e non speculerà su queste morti», è il messaggio, invece, lanciato dal circolo Magnolia di Segrate (Milano).

Correlati

Potresti esserti perso