TERRORISMO 15 Novembre Nov 2015 1820 15 novembre 2015

Parigi senza pace: lutto, psicosi e inchieste in corso

Folla a Place de la République. Ma si susseguono i falsi allarmi. E il panico. Hollande: «Stato di emergenza per 3 mesi». Intanto è caccia all'uomo. Foto.

  • ...

Migliaia di persone sono scese in Place de la République per abbracciare e ricordare le vittime della strage di Parigi. Per restare umani sulle note dell'Alleluja. Ma nemmeno la manifestazione ha avuto pace. Un allarme, poi rientrato, ha fatto evacuare la piazza. Per pochi minuti i francesi si sono ritrovati di nuovo in preda al panico e a fuggire in strada. E ancora altri allarmi, rivelatisi falsi, sono arrivati dal quartiere ebraico del Marais e dalla Bastiglia. Intanto continua la caccia all'uomo: un membro del commando terrorista è ancora in fuga. Mentre il presidente François Hollande ha deciso di prolungare lo stato di emergenza per tre mesi. E di chiudere le moschee radicali.

  • La diretta di France24.

Liveblogging

23.38 - LA POLIZIA SI È LASCIATA SFUGGIRE IL TERRORISTA. La polizia francese si è lasciata sfuggire il super ricercato Abdeslam Salah, 'l'ottavo attentatore' di Parigi, dopo averlo fermato per controlli, quando già si sapeva che l'uomo faceva parte del commando jihadista responsabile delle stragi nella capitale francese. A rivelarlo all'AP sono stati alcuni funzionari della sicurezza francese. Seconda questa nuova versione, il terrorista non sarebbe stato dunque fermato dalla polizia belga, a cui ancora non era giunta alcuna segnalazione, ma da agenti francesi che, in teoria, avrebbero dovuto bloccarlo.

23.05 - IN FRANCIA CELLULA DORMIENTE. Lo 'squadrone della morte' dell'Isis ha poi preso contatto con una 'cellula dormiente' d'Oltralpe, che ha 'facilitato il compimento della missione'.

22.45 - BAGHDAD: NON CI HANNO ASCOLTATO. Il ministro degli Esteri di Baghdad, Ibrahim al Jaafari, ha precisato che l'Iraq ha informato della minaccia imminente al più tardi giovedì scorso non solo la Francia ma anche l'Iran e gli Stati Uniti, e che il 'warning' 'riguarda tutti i Paesi europei' della coalizione anti-Isis. 'Non ci hanno ascoltato', incalza Baghdad

22. 30 - 007 IRACHENI: 24 JIHADISTI IN AZIONE. Il gruppo di fuoco per colpire Parigi, recita un documento degli 007 iracheni che l'AP ha rilanciato, 'era composto da 24 elementi, 19 con il compito di effettuare gli attentati, addestrati a Raqqa', la 'capitale' del Califfato in Siria, 'e altri 5 per il coordinamento e la logistica': in altre parole individuare i nascondigli e procurare armi ed esplosivi.

22.22 - BILANCIO DEI MORTI RESTA A 129. Il bilancio dei morti degli attentati a Parigi resta di 129 persone e non sale a 132 come precedentemente annunciato.

21.10 - LA FRANCIA CHIUDE LE MOSCHEE RADICALI. A denti stretti, la destra e l'estrema destra dicono sì all'unità nazionale nel clima di massimo allarme in cui è piombata la Francia con gli attentati del 13 novembre, con Francois Hollande che intende estendere fino a tre mesi lo stato d'emergenza. Il ministro Bernard Cazeneuve, intanto, annuncia in diretta tv la chiusura delle moschee radicali.

20.29 - DAILY MIRROR: HANNO USATO PLAYSTION 4S. I terroristi di Parigi potrebbero aver usato la PlayStation 4s per comunicare con i vertici dell'Isis immediatamente prima degli attacchi. Lo scrive il Mirror online citando il ministro dell'Interno belga Jan Jambon, secondo il quale la consolle sarebbe quasi impossibile da monitorare, in ogni caso 'molto più difficile rispetto a WhatsApp.


20.01 - L'ATTACCO PREPARATO A RAQQA. Secondo le informazioni dei servizi segreti iracheni rivelate all'Ap, l'attacco a Parigi è stato preparato a Raqqa, in Siria, dove nei mesi scorsi un gruppo di terroristi erano stati preparati specificatamente per l'operazione nella capitale francese. 24 i jihadisti coinvolti, 19 per gli attacchi terroristici e cinque con compiti logistici.

19.50 - CONTATTI CON ISIS IN SIRIA. Gli attentatori di Parigi erano in contatto con alcuni membri dell'Isis in Siria con i quali hanno comunicato prima di sferrare gli attacchi: lo riporta il New York Times citando fonti investigative americane e francesi.

La commemorazione di fronte al Café Carillon.  

19.41 - ISIS HA CREATO UNITÀ PER ATTACCHI ALL'ESTERO. L'Isis ha creato un'unità al proprio interno dedicata esclusivamente alla pianificazione e realizzazione di attentati all'estero, in particolare in Europa occidentale e Stati Uniti. Lo scrive la Abc citando funzionari statunitensi.

19.34 - L'IRAQ AVEVA AVVERTITO LA FRANCIA. Il Califfo dell'Isis Al-Baghdadi in persona ha dato ordine di colpire i Paesi della coalizione impegnati nei bombardamenti in Iraq e Siria con 'bombe, omicidi e presa d'ostaggi'. Gli 007 iracheni - apprende l'Ap che ha visionato il documento dei servizi - avevano avvertito i governi occidentali, in particolare la Francia, il giorno prima degli attacchi.

19.25 - BILANCIO SALITO A 132 MORTI. È salito a 132 morti il tragico bilancio delle stragi di Parigi. Tre dei feriti ricoverati all'ospedale non ce l'hanno fatta. 42 sono ancora in rianimazione.

19.05 - DOPO IL PANICO, RICOMINCIA LA CELEBRAZIONE. Minuti di panico, poi i francesi sono tornati in piazza a posare le candele. Gli spari uditi sarebbero stati dei petardi. Nel momento dell'allarme i cittadini parigini hanno di nuovo aperto le porte.

19.00 - TRE FALSI ALLARMI. Sarebbero tutti falsi allarmi quelli circolati durante la grande manifestazione di Place de la République.


18.58 - 'POLIZIA PRONTA A SPARARE'. Le forze dell'ordine sarebbero in posizione di tiro in rue Marie Louise.

18.54 - 'ESPLOSIONE ALLA BASTIGLIA'. Gruppi di persone corrono nelle strade attorno alla Bastiglia, qualcuno ha udito un'esplosione nel quartiere del Marais, nei pressi della rue des Rosiers, il cuore del quartiere ebraico.

  • 'Poliziotti in posizione di tiro'

18.47 - SENTITI SPARI, POI L'ALLARME RIENTRA. Allarme a Place de la Republique. La piazza è stata evacuata dopo che si sono sentiti degli spari da Rue de Rivoli. La situazione è tornata alla 'normalità' dopo pochi minuti. Ma la tensione è altissima.

18.30 - TENSIONE A PLACE DE LA REPUBLIQUE. La piazza si è svuotata. Ancora non è chiaro se si tratti di un nuovo allarme.

  • 'La gente corre, cade, si rifugia nei bar'
18.27 - POLIZIA APPELLO PER IL TERRORISTA. La polizia francese ha lanciato un appello per trovare testimoni che possano dare notizie sull'ottavo terrorista, Abdeslam Salah, belga, coinvolto nelle stragi di Parigi. E' stata diffusa una foto dell'uomo.


La foto diffusa dalla polizia francese.


17.50 - TERRORISTA IN FUGA IN BELGIO. E' stata accertata la presenza di un 8/o terrorista attivo negli attentati di Parigi e Saint-Denis. L'uomo, un francese, è stato identificato ed è in fuga in Belgio, secondo fonti dell'inchiesta.


18.09 - TRE FRATELLI COINVOLTI, UNO RILASCIATO. Due fratelli francesi, residenti in Belgio, sono coinvolti negli attentati di Parigi: per uno di loro, la procura di Bruxelles ha emesso un mandato d'arresto internazionale. Il secondo era il kamikaze che si è fatto saltare nel ristorante di boulevard Voltaire. Il terzo, interrogato dalla polizia belga, è stato rilasciato.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso