TERRORISMO 18 Novembre Nov 2015 0805 18 novembre 2015

Stragi Parigi, blitz a Saint-Denis e caccia ai jihadisti

Assalto della polizia. Una donna si è fatta esplodere. Giallo su Abaaoud, la mente degli attacchi. La procura: «Né lui né Salah sono tra i fermati». Ma potrebbero essere tra i morti. A Marsiglia Isis accoltella professore ebreo. Foto.

  • ...

È durato sette lunghissime ore il blitz delle teste di cuoio francesi a Saint-Denis, sobborgo a Nord di Parigi assediato dalle forze di sicurezza alla ricerca di Abdelhamid Abaaoud, considerato l'organizzatore delle stragi del 13 novembre. Cinquemila proiettili sono stati sparati secondo la procura della capitale (le foto del covo).
Per il Washington Post, che cita fonti d'intelligence, Abaaoud sarebbe stato ucciso nel corso dell'assalto, ma non ci sono conferme.
EBREO ACCOLTELLATO A MARSIGLIA DA «MEMBRI DELL'ISIS». Un altro atto di violenza è andato in scena in serata a Marsiglia. Tre persone hanno accoltellato al braccio e alla gamba un professore di storia di una scuola ebraica. L'uomo non è in gravi condizioni. I tre, secondo la polizia francese, hanno dichiarato di essere «membri dell'Isis» e uno di loro «aveva una maglietta» con il logo dello Stato islamico. Gli aggressori erano a bordo di due scooter. Hanno prima insultato e minacciato il docente, poi lo hanno accoltellato. Sono fuggiti dopo l'arrivo di un'auto della polizia.



ALMENO DUE MORTI, OTTO ARRESTATI. Il blitz a Saint-Denis, iniziato nella notte tra martedì 17 e mercoledì 18 novembre, si è concluso con un bilancio di almeno due morti e otto persone arrestate. «Una ragazza si è fatta esplodere, un uomo è stato trovato morto, colpito da proiettili e bombe», ha spiegato Francois Molins, procuratore di Parigi.
Un terzo corpo, secondo fonti di polizia, sarebbe stato ritrovato più tardi fra le macerie dell'appartamento. La notizia si è diffusa ore dopo la fine dell'operazione.
In totale, il bilancio sarebbe quindi di tre morti e otto fermati.
CHI SONO I FERMATI. Tra gli arrestati c'è una donna, ma non ci sono Abdelhamid Abaaoud e Abdeslam Salah. Lo ha detto ufficialmente il procuratore di Parigi, Francois Molins, senza precisare però se i due terroristi siano tra le vittime oppure no. Di sicuro c'è solo che i cadaveri devono ancora «essere identificati».
Tra le persone fermate, invece, figurano il proprietario dell'appartamento e la sua ragazza.
«LA CUGINA DI ABAAOUD SI È FATTA ESPLODERE». La donna che si è fatta saltare in aria all'arrivo delle teste di cuoio sarebbe la cugina di Abaaoud (guarda il video). Secondo BfmTv si chiamava Hasna. Un uomo è stato testimone del blitz e ha raccontato ciò che ha sentito al quotidiano Le Parisien: «Due poliziotti parlavano di una donna bionda con i capelli lunghi. Credo si trattasse della kamikaze. Le hanno detto di non abbassare le braccia e di alzare le mani. Dopo c'è stata un'esplosione fortissima. Penso sia successo quando ha azionato la bomba. Era veramente un'esplosione fortissima. Molti vetri della strada sono andati in frantumi. A quel momento si è iniziato a sparare, senza smettere». Cinque agenti sono rimasti lievemente feriti e Diesel, cane poliziotto femmina, è stata uccisa.

VOLEVANO COLPIRE LA DEFENSE. Una fonte dell'inchiesta ha rivelato che i terroristi arrestati a Saint-Denis volevano colpire alla Defense, il quartiere degli affari alle porte di Parigi, e all'aeroporto di Roissy Charles de Gaulle. L'informazione proverrebbe dagli ultimi sms ricevuti sul cellulare da uno dei jihadisti entrati in azione al Bataclan, ritrovato dalla polizia fuori dal teatro.
HANNOVER, STADIO EVACUATO. Lo spettro del terrorismo, intanto, ha contagiato anche lo sport: mercoledì 17 novembre le autorità hanno improvvisamente deciso di annullare la partita amichevole Germania-Olanda ad Hannover per il pericolo di un attentato. L'allarme è poi rientrato.
DEVIATI DUE VOLI AIR FRANCE. Psicosi anche su due voli Air France partiti dagli Stati Uniti con destinazione Parigi, che sono stati fatti atterrare poco dopo il decollo a causa di allarmi bomba. Ma non sono stati trovati ordigni esplosivi a bordo.

Il liveblogging

20.33 - L'ITALIA RAFFORZA LA SICUREZZA. Ulteriormente rafforzata la sicurezza in Italia per un'allerta attentati in base a informazioni che fanno riferimento a possibili attacchi ai principali luoghi di culto e aggregazione. Sono stati rafforzati controlli, servizi di vigilanza e posti di blocco a Roma e Milano. Sarebbero una serie di elementi di natura investigativa ad aver fatto scattare l'allerta attentati in Italia. Elementi che, viene sottolineato da fonti qualificate, serviranno ora per fare ulteriori attività indagine. Non sarebbero invece stati indicati, sempre secondo quanto si apprende, segnali diretti di minacce concrete.

20.12 - ASSAD SU PARIGI: «UN CRIMINE ORRIBILE». «Si tratta di un crimine orribile, noi in Siria sappiamo cosa vuol dire perdere una persona cara: ne soffriamo da 5 anni». Così il presidente siriano Bashar al Assad in un'intervista al Tg1 a proposito degli attentati a Parigi.

17.39 - L'ISIS: «BANDIERA NERA SUL VATICANO». «Chiediamo ad Allah di sostenere i mujaheddin contro gli agenti dei leader dell'idolatria e i crociati finché la bandiera del Califfato non sarà issata su Istanbul e la Città del Vaticano». È la minaccia dell'Isis contenuta nell'ultimo numero del loro magazine, Dabiq.

16.07 - PRONTI ATTENTATI AD AEROPORTO E DEFENSE. Secondo la tivù pubblica francese France 2, i terroristi di Saint-Denis si preparavano a commettere attentati all'aeroporto di Roissy Charles de Gaulle e nel quartiere d'affari parigino della Defense.

13.25 - FRANCIA RISTABILISCE CONTROLLI ALLE FRONTIERE. «Ho deciso di ristabilire i controlli alle frontiere nel rispetto dei trattati europei». Lo ha detto il presidente francese François Hollande.


13.00 - HOLLANDE: «GUERRA AL TERRORISMO». «Siamo in guerra contro il terrorismo che ha deciso di dichiararci guerra». Così il presidente francese François Hollande alla conferenza dei sindaci a Parigi. «L'Isis dispone di un esercito, di risorse finanziarie, occupa uno Stato e ha complici e vuole attaccare l'idea stessa della Francia», aggiunge Hollande.




12.22 - PROCURA: «NON POSSIAMO RIVELARE IDENTITÀ». «Non possiamo rivelare l'identità di queste persone, solo in funzione degli esami saremo in grado di farlo prossimamente». Così il procuratore di Parigi al termine del blitz di Saint-Denis.


12.17 - MEDIA BELGI: «ABAAOUD MORTO NELL'ASSALTO». Abdelhamid Abaaoud, la mente delle stragi di Parigi, sarebbe morto durante il blitz di Saint-Denis. Lo scrive il giornale belga Derniere Heure sul suo sito in base a «informazioni esclusive» in suo possesso.


12.15 - POLIZIOTTI SFONDANO PORTA DI UNA CHIESA. Gli agenti dei servizi di sicurezza francesi hanno sfondato a colpi di ascia il portone di una chiesa, l'Eglise Neuve di Saint-Denis, che sorge proprio accanto al covo dei terroristi neutralizzati nel blitz di stamattina. La polizia sta setacciando tutte le abitazioni e i locali dei dintorni per mettere in sicurezza il quartiere prima di dichiarare concluse le operazioni.


12.00 - ABAAOUD NON ERA NEL COVO. Secondo fonti dell'inchiesta né la mente degli attentati di Parigi, Abdelhamid Abaaoud, né il ricercato Abdeslam Salah, sono fra i due terroristi morti e le sette persone fermate.


11.55 - «TUTTI I TERRORISTI NEUTRALIZZATI». Operazione conclusa, «tutti i terroristi neutralizzati». Queste le uniche comunicazioni ufficiali della polizia dopo il blitz di Saint-Denis.


11.33 - ASSALTO TERMINATO. L'assalto al covo dei terroristi a Saint-Denis cominciato alle 4.30 di questa mattina si è concluso, ha annunciato la polizia. Le operazioni di ripristino della sicurezza nel perimetro di intervento sono ancora in corso.




11.20 - POLIZIA SCORTA FAMIGLIE FUORI DA PALAZZO BLITZ. La polizia sta scortando alcune persone fuori dal palazzo nel quale si sarebbe asserragliato Abaaoud, la 'mente' degli attacchi di Parigi. Finora sono stati scortati fuori dal perimetro blindato dalla polizia una famiglia con un bambino e una donna.


11.15 - CANE POLIZIOTTO UCCISO NEL BLITZ. Un cane poliziotto è rimasto ucciso durante il blitz. L'animale è stato utilizzato all'inizio dell'assalto, gli agenti l'hanno fatto entrare nell'appartamento ed è rimasto subito ucciso dalla reazione dei terroristi asserragliati con le armi in pugno.


11.04 - SETTE FERMATI: TRE TERRORISTI, QUATTRO SOSPETTI. Sono sette i fermati nel blitz della polizia a Saint-Denis scattato ormai più di sei ore fa. Secondo le informazioni raccolte sul posto, si tratta di tre terroristi e quattro sospetti.


10.51 - TERRORISTI PROGETTAVANO ATTENTATO ALLA DEFENSE. I terroristi obiettivo dell'incursione della polizia a Saint-Denis progettavano un attentato alla Defense, il quartiere degli affari alle porte di Parigi. Lo dice una fonte dell'inchiesta. L'informazione proverrebbe dagli ultimi sms sul cellulare di uno dei terroristi trovato fuori dal teatro Bataclan.


10.43 - NESSUN SOSPETTO IN FUGA. «Non c'è alcun sospetto in fuga». Questo l'annuncio ufficiale del ministero dell'Interno francese mentre continua l'assedio al covo della 'mente' degli attentati di Parigi, Abdelhamid Abaaoud.


10.35 - NESSUN CIVILE UCCISO NEL BLITZ. Nessun civile è rimasto ucciso nel blitz della polizia a Saint Denis. Lo ha rivelato una fonte di polizia a Le Figaro. Durante le concitate fasi del blitz si era diffusa la notizia che fosse morto un passante.



10.20 - CINQUE AGENTI LIEVEMENTE FERITI. Durante l'operazione di polizia in corso a Saint-Denis, alle porte di Parigi, sono finora rimasti «leggermente feriti» cinque agenti del Raid, la forza d'intervento speciale. Lo riferisce la polizia nazionale francese su Twitter.


9.52 - ABAAOUD FORSE BARRICATO IN CASA. La mente degli attentati di Parigi, Abdelhamid Abaaoud, non è tra i cinque fermati dalla polizia nel blitz di Saint-Denis. Lo rendono noto le forze dell'ordine e lo confermano fonti giudiziarie. Il mandante degli attentati potrebbe essere ancora barricato nella casa assediata.

9.36 - FERMATI QUATTRO UOMINI E UNA DONNA. Nel blitz in corso a Saint-Denis contro il covo della mente degli attacchi terroristici di Parigi, Abdelhamid Abaaoud, quattro uomini e una donna sono stati arrestati. Lo ha annunciato la procura della Repubblica.



9.29 - CINQUE JIHADISTI ARRESTATI. Sono cinque le persone arrestate nel blitz di Saint Denis, il cui obiettivo è la mente degli attentati di Parigi Abdelhamid Abaaoud. Lo riferiscono gli inquirenti.


9.05 - POSTI DI BLOCCO TRA SAINT-DENIS E PARIGI. Ogni auto diretta verso Parigi viene fermata e controllata da numerosi posti di blocco nel nord della capitale. I passeggeri e guidatori vengono invitati da poliziotti armati di mitra a scendere e ad aprire il bagagliaio della loro auto uno ad uno, il che sta causando lunghissime file sulle vie d'accesso a Parigi.


8.33 - TRE TERRORISTI MORTI E TRE ARRESTATI. Tre i terroristi morti (compresa la donna che si è fatta esplodere con la cintura da kamikaze) tre gli arrestati: questo un primo bilancio da parte di fonti della polizia del blitz a Saint-Denis contro la mente degli attentati di Parigi, Abdelhamid Abaaoud. Tre i feriti fra i poliziotti.




8.15 - UNA PERSONA BARRICATA NELL'APARTAMENTO. Almeno una persona sarebbe ancora barricata nell’appartamento di Saint-Denis sotto assedio: lo riferiscono fonti della polizia.

7.50 - TRE MORTI E TRE PERSONE ARRESTATE. L’operazione delle teste di cuoio sarebbe quasi terminata dopo tre ore. Il bilancio sarebbe di tre morti e tre persone arrestate.

7.35 - ESPLOSIONI NEL COVO DEL BLITZ. Esplosioni sono state udite a Saint-Denis dove è in corso il raid delle forze speciali francesi. Il traffico dei treni tra le stazioni di Saint-Denis Université e Saint-Denis Porte de Paris è stato sospeso.




7.20 - LE SCUOLE RIMARRANNO CHIUSE. La prefettura ha annunciato che le scuole di Saint Denis, dove è in corso il blitz della polizia, rimarranno chiuse.

7.00 - DONNA KAMIKAZE SI FA ESPLODERE. Secondo quanto riporta France Inter una donna, dotata di una cintura esplosiva, si è fatta saltare in aria ed è morta durante il blitz.


6.30 - BLITZ E SPARATORIA A SAINT-DENIS. Una sparatoria è iniziata alle 4.30 a Saint-Denis, sobborgo a nord di Parigi, durante un’operazione delle teste di cuoio francesi. La polizia ha confermato che il raid ha l'obiettivo di catturare la mente degli attentati di Parigi, il belga di origini marocchine Abdelhamid Abaaoud.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso