Bruxelles 151123110548
TERRORISMO 23 Novembre Nov 2015 1103 23 novembre 2015

Caccia a Salah: da Parigi a Bruxelles e in Germania

Il super ricercato è ancora in fuga. Trovata una cintura esplosiva a Parigi. Raid dalla portaerei francese in Iraq.

  • ...

Polizia ed esercito pattugliano le strade di Bruxelles.

Sono partite dalla portaerei francese Charles de Gaulle, in navigazione nel Mediterraneo orientale, le prime missioni per bombardare le postazioni dell'Isis, al momento limitate all'Iraq. Ad annunciarlo il capo dello Stato maggiore interforze, generale Pierre de Villiers, spiegando che sono stati distrutti due obiettivi.
CACCIA APERTA A SALAH. Intanto, è caccia all'uomo in Europa per catturare Salah Abdeslam.
Il 22 novembre la polizia belga ha prima arrestato 21 persone nell'ambito di una maxi-operazione antiterrorismo a Bruxelles per poi rilasciarne 17. Ma il super ricercato è ancora in fuga. La Bmw che si sospettava fosse condotta da Salah per scappare è stata ritrovata a Rocourt, sobborgo di Liegi ed è stata quindi smentita la notizia della corsa in auto del terrorista verso la Germania.
CITTÀ SPETTRALE, MASSIMA ALLERTA. «Il lavoro non è ancora finito», ha detto il ministro dell'Interno belga Jan Jambon dopo l'ondata di perquisizioni e arresti a Bruxelles. Una città spettrale, dove il massimo livello di allerta è stato prolungato di una settimana. Metro, scuole e uffici pubblici resteranno chiusi fino a nuovo ordine, tutti gli eventi aperti al pubblico sono stati annullati.
POLIZIA ED ESERCITO PER STRADA. Il governo belga e l'antiterrorismo temono ancora «offensive a più riprese contro molteplici obiettivi», soprattutto quelli affollati, esattamente come a Parigi. Resta quindi in vigore il massiccio dispiegamento di polizia ed esercito che pattugliano tutte le strade deserte di Bruxelles.
TROVATA UNA CINTURA ESPLOSIVA. A Parigi, intato, è stata trovata una cintura esplosiva simile a quella usata dai kamikaze per le stragi del 13 novembre.

Il liveblogging

20.02 - BULLONI E PEROSSIDO DI ACETONE NELLA CINTURA. Bulloni e perossido di acetone: questo il contenuto della cintura esplosiva trovata a Montrouge, una banlieue di Parigi, secondo le prime analisi. Fonti dell'inchiesta hanno fatto notare che i due componenti sono gli stessi delle cinture dei kamikaze del 13 novembre a Parigi.

19.15 - RESTA L'ALLERTA MASSIMA IN BELGIO. Il primo ministro del Belgio, Charles Michel, ha annunciato che resta a livello 4, il massimo, l'allerta per la regione di Bruxelles capitale per «minaccia imminente». Nel resto del Paese è confermato il livello 3.

19.14 - SALAH LOCALIZZATO A MONTROUGE. Abdeslam Salah, il terrorista ricercato in Belgio per gli attentati di Parigi, fu localizzato, prima che i due complici arrivassero con la Golf per riportarlo in Belgio, proprio a Montrouge e Chatillon, la zona di banlieue in cui è stata trovata la cintura esplosiva.

19.09 - RILASCIATI 17 DEI 21 ARRESTATI. Le autorità belghe hanno rilasciato 17 delle 21 persone arrestate. Tre rimangono in stato di fermo, uno è stato tramutato in arresto in relazione ai fatti di Parigi.

19.08 - CINTURA ESPLOSIVA A MONTROUGE. Una cintura esplosiva è stata trovata a Montrouge, banlieue sud di Parigi, secondo quanto ha riferito una fonte dell'inchiesta sugli attentati alla radio France Info. La cintura ha una forma simile (caricatore avanti e dietro) a quella dei terroristi del 13 novembre.

17.29 - PRIMI RAID DALLE PORTAEREI FRANCESI IN IRAQ. I primi raid contro le roccaforti dell'Isis in Iraq sono stati lanciati dalla portaerei francesi Charles de Gaulle.

15.00 - GLI ARRESTI SALGONO A 21. La procura ha reso noto che sono in totale 21 (non 16) le persone arrestate nell'operazione antiterrorismo in Belgio. In una delle perquisizioni è stata sequestrata la somma di 26 mila euro. Tutto il materiale sequestrato è «attualmente è sotto esame».

13.08 - ALTRI CINQUE FERMI. Sono state fermate altre cinque persone oltre alle 16 delle perquisizioni della notte tra il 22 e il 23 novembre portando il totale a 21. Lo hanno comunicato le autorità belghe.


12.53 - INCONTRO RENZI-HOLLANDE IL 26 NOVEMBRE. Il presidente francese François Hollande riceverà il premier Matteo Renzi giovedì 26 novembre alle 8 del mattino per un incontro di lavoro all'Eliseo. Lo ha fatto sapere la presidenza francese.


12.20 - RITROVATA LA BMW SOSPETTA. La Bmw che si sospettava fosse condotta da Salah Abdeslam nei dintorni di Liegi ieri notte è stata ritrovata a Rocourt. Lo riporta il sito di Rtl affermando che il veicolo, contrariamente a quanto riferito da altri media, non è entrato sull'autostrada E40 in direzione della Germania. Il terrorista sarebbe però ancora in fuga.

12.03 - DOGANIERE UCCISO DURANTE BLITZ A TOLONE. Un doganiere è stato ucciso con colpi d'arma da fuoco nel corso di un'operazione legata al traffico di armi a Tolone. Secondo Europe 1, il killer è stato fermato.

11.27 - BRUXELLES, CHIUSE METRO E SCUOLE. A Bruxelles sono chiuse metro, scuole e centri commerciali. Massiccia la presenza di polizia e militari in tutti i punti nevralgici della capitale belga.

10.35 - BASE ANTI-ISIS A CIPRO. Il primo ministro britannico David Cameron, oggi in visita ufficiale a Parigi, ha offerto al presidente francese Francois Hollande l'uso di una base aerea britannica a Cipro per le operazioni francesi contro l'Isis in Siria.

10.02 - HOLLANDE E CAMERON AL BATACLAN. Il presidente francese Francois Hollande e il primo ministro britannico David Cameron hanno sostato alcuni minuti in raccoglimento stamane davanti al teatro Bataclan, in memoria delle vittime dell'attacco terroristico del 13 novembre. Hollande e Cameron hanno deposto una rosa ciascuno accanto ai tanti mazzi di fiori da giorni lasciati sul luogo della morte di 89 spettatori di un concerto da migliaia di parigini. Il premier britannico è a Parigi per un incontro con Hollande dedicato alla strategia anti-Isis in Siria e Iraq e sulle prospettive della coalizione.


9.30 - JAMBON: «LAVORO NON FINITO». «Il lavoro non è ancora finito». Così il ministro dell'Interno belga Jan Jambon ha fatto il punto della situazione questa mattina dopo l'ondata di perquisizioni e arresti della scorsa notte nella capitale e in altre località del Belgio. Una valutazione più approfondita sul mantenimento del massimo stato d'allerta sarà condotta nelle prossime ore dall'organismo preposto all'analisi delle minacce alla sicurezza (Ocam).

Correlati

Potresti esserti perso