ESEQUIE 24 Novembre Nov 2015 1057 24 novembre 2015

Venezia, i funerali di Valeria Solesin in piazza San Marco

Cerimonia aperta dagli inni italiano e francese. Il padre: «Un pensiero ai giovani che non si arrendono». Foto.

  • ...

Venezia e l'Italia intera hanno dato l'ultimo saluto a Valeria Solesin, la giovane ricercatrice uccisa dai terroristi nel massacro del Bataclan.
Bandiere a mezz’asta e piazza San Marco blindata per i funerali, a cui ha preso parte anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Nemmeno 24 ore prima il premier Matteo Renzi e il presidente della Camera Laura Boldrini avevano fatto visita alla camera ardente.
INNI ITALIANO E FRANCESE. Prima dell'inizio della cerimonia hanno riecheggiato nell'aria gli inni italiano e francese, che hanno dato dato inizio ai funerali, di Stato e laici (guarda la fotogallery). In piazza, ad attendere il feretro trasportato su una gondola, sono arrivati i familiari della ragazza, madre, padre, fratello e fidanzato, Andrea Ravagnani, rimasto anche lui lievemente ferito nell'attacco. Il padre ha voluto salutare i giovani «che non si arrendono» come «Valeria e Andrea». «Il fanatismo», ha aggiunto Alberto Solesin con accanto la moglie Luciana, «vorrebbe nobilitare il massacro con dei valori. Desidero inviare un pensiero alle tante famiglie che come noi cercano di superare il dolore per la perdita di un familiare». Presenti tra gli altri il patriarca di Venezia, Francesco Moraglia, il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro e il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia.
«MAI AVER PAURA». Sulle transenne della piazza è stato esposto un grande striscione bianco con la scritta 'Ciao Valeria, figlia nostra angelo nel cielo'. Emozione e orgoglio tra le parole delle persone accorse per dare l'ultimo saluto a Valeria. «Nessuna paura. Non si deve. Lei ci ha insegnato a non averla per quello che ha fatto».
Per molti la scelta di una cerimonia laica è stata giusta: «In questo momento c'è una contrapposizione tra religioni oscurantiste e libertà civile. Ma quelli che hanno compiuto gli attentanti sono dei pazzi, hanno una visione religiosa alienata».
IL MESSAGGIO DI HOLLANDE. Durante le esequie è stato letto un messaggio di cordoglio del presidente della Repubblica francese François Hollande: «Condivido il dolore della famiglia e di tutta l’Italia. Valeria era venuta da noi in Francia per amore della vita e della cultura e ha trovato la morte sotto il fuoco dei terroristi».

Correlati

Potresti esserti perso