Frame Video Mostra 151125093445
VIOLENZE 25 Novembre Nov 2015 0934 25 novembre 2015

Chicago, in un video afroamericano ucciso da un poliziotto

Laqual McDonald freddato nel 2014 con 16 colpi di pistola. Le immagini diffuse dalla polizia soltanto ora. Riesplodono le proteste in città.

  • ...

Ancora un video choc che scuote l'America. Ancora una violenza senza giustificazione, quella di un agente di polizia che a Chicago, nell'ottobre 2014, ha ucciso un giovane afroamericano sparandogli contro 16 colpi di pistola.
UN COLTELLO IN MANO. Le immagini rilasciate solo ora dalle autorità statunitensi, nonostante i timori di disordini, mostrano come Laquan McDonald, 17 anni, pur avendo un coltello in mano non rappresentasse in quel momento alcuna minaccia per i poliziotti intervenuti.
NESSUNA AGGRESSIONE. Camminava in mezzo alla strada, al centro della carreggiata. Nelle immagini lo si vede passare al fianco di alcune auto della polizia, ma tenendosi bene alla larga, anzi, allontanandosi. Nessun cenno di aggressione.

  • Il video dell'uccisione di Laquan McDonald.

A riprendere tutto le telecamere poste su una seconda auto che seguiva il giovane. Non c'è audio. Impossibile capire cosa si siano detti i protagonisti della scena. Fatto sta che improvvisamente, senza alcun apparente motivo, uno degli agenti presenti, Jason Van Dyke, ha fatto fuoco, a bruciapelo, senza lasciare scampo al giovane 17enne, stramazzato a terra. E, nonostante tutto, ancora bersagliato dai colpi.
ACCUSA DI OMICIDIO PREMEDITATO. Ora l'agente omicida, accusato di omicidio premeditato, rischia grosso: da 20 anni all'ergastolo. Da tempo era stato sospeso dalle sue funzioni. E la città di Chicago ha già offerto alla famiglia della vittima un risarcimento di 5 milioni di dollari. L'indignazione è grande in tutto il Paese, in cui il movimento 'Black lives matter' sta crescendo.
ALMENO DUE ARRESTI. E a Chicago è stata una nottata non facile. Dopo la diffusione del video manifestazioni spontanee sono nate in tutta la città, alcune con proteste vibranti: secondo i media Usa ci sarebbero stati almeno due arresti.

Correlati

Potresti esserti perso