Bataclan Chiuso 151125143318
DOPO GLI ATTENTATI 25 Novembre Nov 2015 1429 25 novembre 2015

Parigi, le sale chiedono aiuto: «Perso il 50% del pubblico»

I producer invocano fondi per mettere in sicurezza i locali, soprattutto quelli più piccoli. Angelo Gopée: «Abbiamo bisogno di 50 milioni di euro».

  • ...

I francesi rendono omaggio alle vittime del Bataclan deponendo fiori all'esterno del teatro.

Parigi colpita dagli attentati torna faticosamente alla vita, ma stenta a trovare il coraggio di frequentare teatri, balletti e sale concerto.
Il sindacato spettacoli e varietà Prodiss, che rappresenta circa 340 producer francesi, lancia l'allarme: soprattutto i locali più piccoli, dopo la strage al Bataclan, hanno registrato un drastico crollo delle frequentazioni. L'80% in meno nei giorni immediatamente successivi al massacro, il 50% in meno lunedì 23 novembre.
Una situazione che ha indotto gli addetti ai lavori a invocare un aiuto straordinario da parte delle istituzioni pubbliche.
L'obiettivo è mettere in sicurezza le strutture e riportare il pubblico ai livelli pre-attentati.
«RISCHIAMO LA CATASTROFE CULTURALE». Angelo Gopée, numero uno di Live Nation France, producer parigino di big come U2, Madonna e Cirque du Soleil, ha stimato in 50 milioni di euro i fondi necessari: «Valutiamo i nostri bisogni a 50 milioni di euro per attuare le misure di sicurezza supplementari e compensare la riduzione della frequentazione che colpirà tutti: sale, produttori, festival, ma anche prestatori di servizi tecnici. Altrimenti andiamo verso la catastrofe, il terremoto culturale».
INSUFFICIENTI I SOLDI STANZIATI DAL GOVERNO. I quattro milioni di euro già annunciati dal governo per blindare spettacoli e rassegne culturali non sono ritenuti sufficienti. La posta in gioco da difendere, secondo i producer, è la stessa vita culturale di Parigi, una delle sue caratteristiche distintive.
Per riportare il pubblico in sala il sidacato Prodiss sta studiando nuove misure di sicurezza come ticket nominativi che garantiscano la tracciabilità degli spettatori, il rafforzamento dei controlli all'ingresso con metal detector e guardie private, un esame approfondito di borse e zaini e ronde della polizia nei dintorni dei teatri.

Correlati

Potresti esserti perso