Uomo Odiato 151217230031
STATI UNITI 17 Dicembre Dic 2015 2258 17 dicembre 2015

Martin Shkreli, arrestato per truffa il manager di Big Pharma

Ha portato il prezzo di un farmaco contro l'Hiv da 13,5 a 750 dollari in un solo giorno. Ed è diventato «l'uomo più odiato d'America».

  • ...

Martin Shkreli, giovane manager alla guida di Turing Pharmaceutical.

Martin Shkreli, «l'uomo più odiato d'America», è stato arrestato.
Il giovane manager alla guida di Turing Pharmaceutical, salito agli 'onori' delle cronache per aver aumentato in un solo giorno da 13,5 a 750 dollari - cioè del 5.000% - il prezzo del farmaco salvavita Daraprim, utilizzato per la cura dell'Aids, è accusato di frode. Non per il caro farmaci, però, che gli è costato l'appellativo e una pioggia di critiche negli Stati Uniti, ma per il suo passato di manager di hedge fund.
LIBERO SU CAUZIONE. Shkreli ha respinto le accuse, dichiarandosi non colpevole. Il giudice gli ha consentito la libertà su cauzione, dietro il pagamento di cinque milioni di dollari e obbligandolo a consegnare il passaporto.
Shkreli, 32 anni, è stato arrestato a New York, prelevato dal Fbi dalla sua abitazione. In manette anche il suo legale, Evan L. Greebel.
L'ACCUSA: «HA USATO UNO SCHEMA PONZI». Secondo l'accusa Shkreli avrebbe ingannato gli investitori nell'hedge fund MSMB che aveva fondato, attualmente chiuso. Lo avrebbe gestito con una schema Ponzi, la truffa piramidale il cui nome è legato a Carlo Ponzi, l'italiano emigrato Oltreoceano e autore di una delle truffe più famose della storia. Shkreli è finito nel mirino della giustizia americana anche per il suo ruolo nella società biotecnologica Retrophin, usata come 'salvadanaio' secondo gli inquirenti. Retrophin, infatti, era il veicolo con cui Shkreli pagava gli investitori in MSMB, attirati dagli alti profitti promessi.
IL BIASIMO DI HILLARY CLINTON. L'arresto è solo l'ultimo di una serie di episodi controversi che riguardano Shkreli. Anche la candidata democratica alla Casa Bianca, Hillary Clinton, si è schierata contro di lui, definendo «vergognoso» l'aumento abnorme del costo del farmaco contro l'Hiv deciso dal manager e promettendo che se sarà eletta presidente metterà in atto un sistema di controllo dei prezzi dei farmaci. Alle critiche, Shkreli aveva risposto affermando che l'aumento sarebbe servito a finanziare la ricerca in altri farmaci.
LE INTERVISTE PER DIFENDERSI. La serie di interviste a cui si era sottoposto per difendersi si era chiusa con una battuta, forse una citazione dal film Cosmopolis di David Cronenberg: riesaminando ciò che aveva fatto, aveva concluso di aver bisogno di un taglio di capelli. Shkreli, entrato nell'industria finanziaria a 17 anni, è stato cacciato da Retrophion, la società che aveva fondato, dopo diverse gaffe e sulla scia dei timori che fosse immaturo per guidare una società quotata. Il giorno prima della pubblicazione dei risultati trimestrali di Retrophin aveva twittato: «Questo e' il giorno migliore della mia vita», con riferimento a quelli che si sono rivelati ricavi più alti delle attese. Il giorno in cui invece è stato cacciato, su Twitter ha scritto: «Abbastanza stufo del consiglio di amministrazione concentrato su un'indiscrezione irrilevante, ma posso concentrami su una nuova societa». Dopo qualche tempo ha fondato la Turing Pharmaceutical.

Correlati

Potresti esserti perso