LUTTO 29 Dicembre Dic 2015 0735 29 dicembre 2015

Addio Lemmy, leader dei Motorhead

L'annuncio della morte su Facebook. Aveva da poco compiuto 70 anni. Foto.

  • ...

«Suonate forte. Fatevi un drink o più di uno, condividete storie. Celebrate la vita di questo uomo meraviglioso che l'ha celebrata in modo così vibrante da sé».
Così i Motörhead su Facebook hanno dato l'annuncio della morte di Ian Fraser Kilmster, per tutti Lemmy, loro fondatore e leader, scomparso nella notte a Los Angeles dopo una brevissima malattia.


Aveva appena compiuto 70 anni, Lemmy. «Aveva saputo della malattia il 26 dicembre», hanno scritto i compagni della band sul loro sito. «Era a casa, seduto davanti al suo videogame preferito, con la sua famiglia. Non ci sono parole per esprimere il nostro sconcerto e la nostra tristezza».
Nato alla vigilia di Natale del 1945 nello Staffordshire (Inghilterra), Kilmister aveva fondato i Motorhead nel 1975. Bassista e cantante solista da sempre, era una istituzione anche tra i suoi colleghi musicisti rock (guarda le foto).
Ozzy Osbourne, che lo considerava «uno dei miei migliori amici», lo ha salutato in un tweet come «un guerriero e una leggenda», sperando di ritrovarlo nell'aldilà.

Anche i Metallica hanno dato il loro addio al cantante-bassista. «Lemmy, you are one of the primary reasons this band exists», hanno scritto sulla loro bacheca Fb. «We are forever grateful for all of your inspiration», Lemmy sei stata una delle ragioni per cui questa band esiste, ti saremo sempre grati per l'ispirazione.



Con Lemmy se ne va una vera e propria icona del rock. Innovatore fin dagli esordi con il gruppo psichedelico degli Hawkind, poi per quattro decadi con i Motörhead, i suoi colleghi hanno chiesto di ricordarlo a tutto volume, così come lui avrebbe voluto.
«Per adesso suonate forte i Motörhead, gli Hawkwind, la musica di Lemmy. Fatevi un drink o più di uno, condividete storie. Celebrate la vita di questo uomo meraviglioso che l'ha celebrata in modo così vibrante da sé. Lui avrebbe voluto esattamente questo».

Nato a Burslem, nello Staffordshire, la vigilia di Natale del 1945, Lemmy crebbe nel Galles.
Il padre, cappellano della Royal Air Force, lo abbandonò quando aveva solo tre mesi. E questo lo portò a odiare la religione, come dimostrano alcuni testi delle sue canzoni.
Il soprannome Lemmy secondo la leggenda è un'eredità del passato da roadie, e cioè tecnico del suono al seguito di un tour, e deriva da «Lemmy (lend me, prestami) a fiver (una banconota da 5 sterline)».
Nella sua autobiografia però Kilmster sosteneva che il nomignolo gli fosse stato affibbiato a scuola quando aveva 10 anni: in gallese Lammy significa caprone.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso