Bambini 151113163209
MISTERI 2 Gennaio Gen 2016 1200 02 gennaio 2016

Bambini scomparsi: i casi più inquietanti del '900

In Europa 270 mila episodi l'anno. Un sito americano raccoglie casi del secolo. Rapimenti, sparizioni, cadaveri mai rinvenuti. Il database dell'horror.

  • ...

Ogni anno in Europa si registrano 270 mila segnalazioni di bambini scomparsi, una ogni due minuti. L'allarme sulle sparizioni di minori era stato lanciato a maggio dal presidente del Telefono Azzurro, Ernesto Caffo, e trova una certa attualità nelle vicende che hanno sconvolto la Germania in questi mesi.
Il 30 ottobre a Berlino è stato ritrovato il corpo di un piccolo migrante rapito a inizio mese, e poco dopo l'omicida arrestato aveva confessato il rapimento e l'uccisione di un altro bambino.
Un caso orribile, ma purtroppo non isolato: a ottobre in Germania risultavano dispersi 300 rifugiati minorenni, scomparsi senza lasciare traccia.
Di venerdì 13 novembre la notizia (non di scomparsa, ma di agghiacciante violenza su innocenti) degli otto bambini ritrovati morti in una casa in Baviera.
IN ITALIA 15 MILA SCOMPARSI DAL 1974. L'Italia non è esente da questa emergenza: sono 15.117 i minori scomparsi e mai rintracciati dal 1974 al 2014. Di questi, 13.489 sono stranieri, 1.628 italiani. Nel periodo che va dal 2009 a fine aprile 2015, sono complessivamente 610 i casi di bambini dei quali si sono perse le tracce.
L'anno nero è stato il 2013, con 119 piccoli inghiottiti nel nulla.
UN PORTALE PER LE SPARIZIONI. Negli Stati Uniti il fenomeno è altrettanto preoccupante: ogni anno l'Fbi riceve circa 450 mila segnalazioni di minori scomparsi.
I casi registrati dall'inizio del '900 al presente sono registrati in un sito, The Charley Project, dove si possono trovare le storie di tutte le persone sparite nel nulla. Nella maggior parte dei casi si tratta di minori scomparsi e mai più ritrovati.
Sono storie di inquietanti sparizioni, misteri rimasti irrisolti che ancora oggi tormentano chi quegli eventi li ha vissuti da vicino.
Il sito Vox.com ha selezionato alcune delle storie più inquietanti, tra false piste e l'ombra di spietati serial killer.

1. I fratelli Sodder (West Virginia, 1945): spariti nell'incendio

Di gran lunga la storia più inquietante è quella dei fratelli Sodder, tutti spariti in circostanze misteriose la vigilia di Natale del 1945.
Quella sera i bambini (cinque di 10 fratelli) chiesero ai genitori se potevano stare in piedi a giocare con i loro nuovi giochi, piuttosto che andare subito a letto.
Mamma e papà diedero il permesso e si ritirarono in camera. Fu allora che ebbe inizio una serie di strani eventi.
TELEFONATA NOTTURNA. Il telefono squillò, e la madre rispose.
La voce all'altro capo chiese di qualcuno che la donna non aveva mai sentito nominare. Quando lo disse all'interlocutore, questi scoppio a ridere e riattaccò.
La madre si svegliò un'altra volta per un rumore proveniente dal tetto, e ancora all'1.30 quando si accorse che la casa era in fiamme.
Lei, il marito e i cinque figli che erano andati a letto riuscirono a scappare, ma i cinque che invece erano rimasti svegli non emersero mai dall'inferno.
Il padre cercò la scala a pioli per raggiungere la finestra, ma non la trovò. Fu poi scoperto che era stata portata via intenzionalmente.
LA FOTO 15 ANNI DOPO. La conclusione ufficiale fu che i bambini morirono nell'incendio, ma i Sodder non smisero mai di credere che i loro figli fossero sopravvissuti.
A supporto della loro convinzione spuntò una foto degli Anni 60 in cui compariva un uomo che secondo la didascalia doveva essere uno dei loro bambini da grande.
Il rogo è tutt'ora senza colpevoli.

2. Bobby Dunbar (Louisiana, 1912): il ritrovamento del bimbo sbagliato

Il piccolo Bobby Dunbar, quattro anni, sparì nel 1912 durante una gita con la famiglia.
Secondo le autorità, è possibile che sia caduto dallo steccato di una ferrovia e annegato in seguito.
O che sia stato rapito da un «uomo strano» visto camminare lì intorno. Ma probabilmente non si saprà mai.
SCAMBIO DI IDENTITÀ. Nel 1913 le autorità pensarono di aver trovato il bambino, arrestando l'uomo con cui si trovava.
Il sospettato negò che si trattasse di Bobby, e il piccolo non rispondeva a quel nome.
Il giudice che si occupò del caso fece comunque arrestare l'accusato e il supposto Bobby fu ridato alla famiglia.
Solo nel 2004 si scoprì, grazie all'esame del Dna, che quel bambino non era Robert Dunbar, il quale non è mai stato trovato.
L'uomo cresciuto con il suo nome ha passato l'intera esistenza senza sapere la sua vera identità.

3. Billy Gaffney (New York, 1927): sette anni dopo arrestato il killer

Un altro bimbo di quattro anni, Billy Gaffney, sparì insieme a un suo compagno di giochi di tre anni mentre si trovava nell'atrio del loro appartamento di Brooklyn.
Quello di 3 anni fu trovato sul tetto del palazzo, e disse che un anziano signore con baffi grigi aveva fatto sparire Billy.
Un testimone dalla strada confermò di aver visto il piccolo Billy assieme a un uomo.
CORPO MAI RITROVATO. Il mistero si risolse nel 1934, quando Albert Fisch, un serial killer arrestato per un altro omicidio di un infante, fu riconosciuto dal testimone come l'uomo con i baffi visto insieme a Billy Gaffney.
Fish confessò l'omicidio di Billy anni dopo, ma il corpo del bimbo non è stato mai trovato.

4. Mary Moroney (Illinois, 1930): rapita per amore

Mary Moroney, due anni, scomparve dopo che i genitori decisero di lasciarla per un pomeriggio con una donna di nome Julia Otis.
La Otis si era ingraziata la famiglia di Mary per alcuni giorni, portando regali e cibo per tutti e facendo leva sulle difficoltà economiche del momento.
All'inizio i genitori si rifiutarono di lasciare la bimba con la sconosciuta, ma dopo tanta insistenza cedettero.
Né Mary né la rapitrice furono più viste.
«AFFAMATA D'AMORE». Una sedicente parente di Julia in seguito scrisse alla famiglia che la Otis era «affamata di amore», dopo la perdita del marito e di un figlio e che avrebbe badato a Mary.
La piccola non è mai stata trovata e oggi dovrebbe avere 80 anni.

5. Evelyn Hartley (Wisconsin, 1953): la babysitter svanita nel nulla

La scomparsa di Evelyn Hartley esce direttamente da un film dell'orrore.
La teenager stava facendo la babysitter, e quando i genitori provarono a telefonarle, Evelyn non rispose.
Il padre andò a controllare e trovò la casa completamente chiusa con le luci e la radio ancora accese, ma senza Evelyn.
I suoi occhiali e una sua scarpa erano ancora nell'appartamento, così come i libri di scuola.
RICERCA A TAPPETO. Iniziò una ricerca disperata della ragazza (una delle più capillari eseguite nel Wisconsin), che però non diede mai alcun risultato.

6. Bruce Kremen (California, 1960): disperso durante il campeggio

Bruce Kremen stava giocando con i suoi amici in un camp estivo.
A un certo punto si allontanò, e da allora non è mai più stato visto.
Le autorità, credendo che fosse disperso nelle montagne di San Gabriel, iniziarono le ricerche nella zona, ma non furono in grado di trovare alcuna traccia del ragazzo.
SEPOLTO NELL'ASFALTO. Oggi gli investigatori reputano che sia entrato in contatto con Mack Ray Edwards, un serial killer che ai tempi lavorava alla costruzione di un'autostrada nei dintorni e - secondo le ipotesi più tragiche - potrebbe avere seppellito il corpo sotto l'asfalto.

7. Marjorie West (Pennsylvania, 1938): rapita e rivenduta dall'orfanotrofio

La famiglia West, uscita dalla messa domenicale, si recò in campagna per un pic-nic.
Marjorie, 4 anni, e la sorella di 11 andarono a raccogliere fiori.
La più grande si assentò brevemente per andare a parlare con i genitori, e quando tornò da Marjorie, questa era sparita.
ORFANOTROFIO COATTO. Potrebbe sembrare una classica storia di rapimento, se non per il fatto che, secondo alcune teorie, Marjorie avrebbe incontrato Georgia Tann, la direttrice della Tennessee Children's Home Society (un orfanotrofio).
All'epoca lodata per la sua abilità nel trovare casa a bambini, la Tann è nota alle cronache per aver rapito circa 1.200 minori per poi rivenderli a ricche famiglie in altri Stati.
Se Marjorie fosse caduta nelle sue mani, oggi potrebbe ignorare la sua vera identità.

Correlati

Potresti esserti perso