SPONSOR 8 Marzo Mar 2016 1030 08 marzo 2016

Sharapova, a rischio 23 milioni di dollari l'anno in sponsor

Dopo l'annuncio della positività all'anti-doping, la Nike sospende un contratto da 70 milioni di dollari in otto anni (guarda le foto). Anche Tag Heuer si sfila.

  • ...

La sportiva più pagata al mondo rischia di farsi scappare dalle mani una fortuna dopo la notizia della sua positività all'antidoping negli Australian Open (guarda le foto). Secondo Forbes, Maria Sharapova potrebbe rinunciare a circa 30 milioni di dollari all'anno. Questa la somma guadagnata nel 2015 (per l'esattezza 29,7 milioni di dollari, di cui 23 in sponsorizzazioni), che l'ha messa al primo posto tra le sportive più pagate al mondo per l'undicesimo anno di fila.
LA NIKE SOSPENDE IL CONTRATTO DA 70 MILIONI. La prima azienda a sfilarsi dopo la notizia del doping è stata la Nike, con cui la tennista aveva un contratto di otto anni stipulato nel 2010 per un valore di circa 70 milioni di dollari. Poco dopo anche Tag Heuer, noto marchio di orologi, ha annunciato di voler sospendere i rapporti con l'atleta russa. «Eravamo nel mezzo di un dialogo per estendere la nostra collaborazione», ha dichiarato una portavoce dell'azienda svizzera, «ma in vista dell'attuale situazione, il marchio ha deciso di non rinnovare il contratto (scaduto a fine dicembre, ndr)».
E in una reazione a catena che ci si potava aspettare, anche la Porsche ha fatto sapere di aver cancellato «tutti gli eventi in programma con la tennista fino al termine dell'indagine».

  • L'annuncio della Sharapova.

«Siamo rattristati e sorpresi dalle notizie su Maria Sharapova - si legge in un breve comunicato del colosso Usa dell'abbigliamento sportivo - abbiamo deciso di sospendere il nostro rapporto con Maria durante le indagini. Continueremo a monitorare la situazione».
200 MILIONI DI DOLLARI IN SPONSOR IN CARRIERA. Durante la sua carriera, la tennista ha guadagnato circa 36,8 milioni di dollari in premi, al secondo posto dopo la Williams (39 milioni). Ma il vero tesoro è arrivato dalle aziende, con circa 200 milioni di dollari tra sponsor, apparizioni e royalties, secondo la cifra stimata da Forbes.
La Nike è stata la principale fonte di guadagno per la Sharapova da quando era una ragazzina. L'azienda da 31 miliardi di dollari ha un'intera linea di abbigliamento dedicata alla tennista, e le scarpe con il suo nome sono tra le più vendute in America.
L'esperto di brand David Schwab dell'azienda Octagon ha dichiarato a Forbes che ogni partner della Sharapova dovrà riconsiderare il suo rapporto di lavoro con l'atleta.
TUTTI GLI SPONSOR A RISCHIO. La Sharapova è sulla scena dal 2004, quando diciassettenne riuscì a vincere Wimbledon. All'epoca, le uniche aziende a sostenerla erano Nike e Prince. Ma velocemente l'atleta russa, per i suoi risultati e la sua bellezza, è diventata la preferita di tutte le società. Canon, Motorola, Colgate, Land Rover, Pepsi, Sony e altri hanno voluto negli anni la sua faccia sui loro prodotti.
Sempre secondo Forbes, oltre a Nike e Tag Heuer, anche American Express, Avon, Evian, Head e Porsche hanno rapporti di lavoro con la tennista. E adesso anche loro potrebbero decidere di sfilarsi e lasciarla a bocca asciutta.

Correlati

Potresti esserti perso