LIBIA 10 Marzo Mar 2016 1035 10 marzo 2016

Salvatore Failla e Fausto Piano, salme in Italia e autopsia al Gemelli

Accertamenti in corso al Policlinico, dopo quelli eseguiti a Tripoli contro il volere dei familiari. Che denunciano: «L'Italia non ci ha aiutati». Foto.

  • ...

Le autopsie di Salvatore Failla e Fausto Piano, i tecnici della Bonatti rapiti e uccisi in Libia in circostanze ancora tutte da chiarire, sono in corso all'Istituto di medicina legale del Policlinico Gemelli di Roma. Le salme sono giunte nella notte all'aeroporto di Ciampino, a bordo di un C-130 dell'aeronautica militare (foto).
Rosalba, la moglie di Salvatore Failla, ha accusato l'Italia di non aver fatto abbastanza per salvare la vita di suo marito.
Intanto Filippo Calcagno, collega di Piano e Failla liberato assieme a Gino Pollicardo, nel corso di un'intervista radiofonica ha raccontato nuovi dettagli sulla prigionia. E ha confermato di aver avuto l'impressione che con i rapitori fosse in corso una trattativa: «Avevamo avuto questa impressione, di fatto ci speravamo tanto. Ci accorgevamo di come stesse andando dai trattamenti ricevuti. Perché quando non avevano contatti loro venivano e si sfogavano con noi. Quando avevano il contatto, invece, erano più calmi. Poi magari venivano, non c'è il contatto, e allora giù botte».

Correlati

Potresti esserti perso