ARCHEOLOGIA 17 Marzo Mar 2016 1006 17 marzo 2016

Egitto: scoperte due stanze segrete nella tomba di Tutankhamon

Le scansioni a raggi X rivelano due nuovi ambienti nel luogo di sepoltura. Vi potrebbero essere rinvenute le spoglie di Nefertiti, moglie di Akhenaton, padre del faraone bambino.

  • ...

Era stato teorizzato da mesi ma ora arriva la conferma: dietro la tomba di Tutankhamon, sui lati occidentale e settentrionale, ci sono due stanze segrete che potrebbero contenere materiale organico e metallo (guarda la gallery sul faraone bambino). Ad annunciarlo il ministro per le Antichità egiziano, l'egittologo Mamdouh El-Damaty, in una conferenza stampa. Si tratta del risultato della scansione ai raggi X della tomba compiuta il 26 e 27 novembre 2015 dall'esperto giapponese Hirokatsu Watanabu, ha detto il ministro aggiungendo che le ricerche proseguiranno per scoprire l'esatta natura dei materiali.
A FINE MESE UNA NUOVA SCANSIONE. Una nuova scansione è prevista per il 31 marzo e il 1 aprile saranno resi noti i risultati. La scoperta potrebbe gettare una nuova luce su una delle epoche più turbolente dell'antico Egitto.
«Possiamo dire che ci sono oltre il 90% delle possibilità che ci siano camere. Ma non salterei alla fase successiva fino al raggiungimento del 100%», ha spiegato il ministro, facendo capire che al momento non si discute ancora su come e quando entrare nelle due sale. El-Damaty nutre comunque non nega che «potrebbe essere la scopera del secolo. Sarebbe davvero importante per la storia egiziana e per quella mondiale».
ALLA RICERCA DI NEFERTITI. L'archeologo inglese Nicholas Reeves ipotizza che possano essere rinvenuti i resti della regina Nefertiti, moglie di Akhenaton, padre di Tutankhamon. Il ministro non si è comunque sbilanciato: «Credo ci sia sepolto qualcuno di molto importante, ma non penso sia lei».
LA TOMBA SCOPERTA NEL 1922. La scoperta della tomba di Tutankhamon è avvenuta nel il 4 novembre 1922, grazie all'archeologo Howard Carter finanziato da Lord Carnarvon. La sepoltura è una delle poche dell'antico Egitto pervenutaci quasi intatta. La maschera funeraria del faraone, morto nel 1323 a.c. ad appena 18 anni, è esposta nel museo archeologico del Cairo.
NUOVA LINFA PER IL TURISMO. Il ritrovamento, se confermato, potrebbe rivitalizzare l'asfittico turismo egiziano, che ha sofferto per la crisi politica e sociale successiva alla caduta del presidente Hosni Mubarak nel 2011.

Correlati

Potresti esserti perso