Laachraoui 160323125222
TERRORISMO 23 Marzo Mar 2016 1245 23 marzo 2016

Najim Laachraoui, chi è l'arteficiere dell'Isis

Diplomato in una scuola cattolica. Jihadista a 22 anni. Ricercato sotto falsa identità dopo Parigi. Il profilo del fabbricatore di esplosivi affiliato allo Stato islamico.

  • ...

Najim Laachraoui, l'arteficiere dell'Isis in fuga.

Quando il suo dna è stato trovato sulle cinture esplosive utilizzate durante gli attacchi di Parigi, per le forze di polizia era Sofiane Keyal.
DOCUMENTI FALSI. Najim Laachraoui, il presunto arteficiere dell'Isis fotografato con i fratelli el Bakraoui all'aeroporto di Bruxelles, poco prima dell'esplosione dei due ordigni che hanno fatto 11 morti, aveva scritto quel nome sui documenti falsi con cui, assieme a Salah Abdeslam Mohammed Belkaid (l'uomo ucciso nel blitz a Forest del 15 marzo), si era recato in Ungheria a bordo di una Mercedes presa in affitto nel settembre 2015.
NEL 2013 IN SIRIA. Nato il 18 maggio 1991, non ha ancora compiuto 25 anni, e ne aveva 22 quando, nel febbraio 2013, partì per la Siria.
Sue tracce sono state trovate in diversi covi del Belgio perquisiti dalla polizia: una casa ad Auvelais, nel Sud del Paese, un appartamento nel distretto di Schaerbeek in cui furono recuperate anche armi e una bandiera dell'Isis. E in almeno due delle cinture esplosive utilizzate a Parigi, una al Bataclan, l'altra fuori dallo Stade de France.
HA STUDIATO INGEGNERIA ELETTRO-MECCANICA. Laachraoui ha studiato ingegneria elettro-meccanica all'Institut de la Sainte-Famille d’helmet, la scuola superiore cattolica di Schaerbeek dalla quale è uscito con un diploma nel 2012. Dal 2014, su di lui, pendeva un mandato d'arresto internazionale.
Secondo la polizia avrebbe coordinato via telefono gli attacchi di Parigi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati