Fiabe 160329175125
INIZIATIVE 29 Marzo Mar 2016 1702 29 marzo 2016

Le fiabe riscritte dalla lobby Usa delle armi

La National Rifle Association rivede i racconti dei fratelli Grimm mettendo in mano ai protagonisti fucili e pistole. La onlus 'Coalition to Stop Gun Violence': «Una pericolosa iniziativa di marketing».

  • ...

A riscrivere le storie Amalia Hamilton, autrice di libri per bambini di stampo conservatore.

E se Haensel e Gretel e Cappuccetto Rosso avessero avuto il fucile? La 'National Rifle Association', ovvero la lobby Usa delle armi, sul suo blog dedicato alle famiglie ha riscritto due fiabe dei fratelli Grimm mettendo in mano ai protagonisti fucili e pistole e stravolgendone il finale.
La Nra ha unito gli sforzi con Amalia Hamilton, autrice di libri per bambini di stampo conservatore (emblematico il titolo della collana: Growing Up Patriots, ovvero Crescere patrioti) per riscrivere le storie in una chiave che esalta l'uso delle armi.
PROTAGONISTI ARMATI. Nella prima fiaba riveduta e corretta, sia Cappuccetto Rosso sia la nonna sono armate: la bambina si avventura nel bosco portando in spalla con il fucile che ha ricevuto per il compleanno. Entrambe hanno la meglio sul lupo cattivo, che «non riusciva a credere alla sua sfortuna! Oh, quanto odiava incontrare famiglie in grado di difendersi da sole...», scrive la Hamilton. «Sono storie per bambini ma anche per adulti. Un modo per aprire un discorso su questi temi in famiglia», ha spiegato l'autrice all'emittente Cbs.
Ladd Everitt, un portavoce della onlus 'Coalition to Stop Gun Violence', ha bollato l'operazione come «una pericolosa iniziativa di marketing» per attirare nuovi potenziali clienti: «I bambini che leggono o cui vengono lette queste queste fiabe non hanno la maturità per comprendere che il possesso di un'arma comporta rischi».
PETIZIONE PER PORTARE ARMI ALLO STADIO. Intanto spopola una petizione su Change.org che chiede di consentire di portare armi nello stadio di Cleveland dove a luglio 2016 di svolgerà la Convention repubblicana. «In Ohio è permesso di portare armi in pubblico, ma nella Quicken Loans Arena dove si svolgerà la convention l'ingresso con armi da fuoco è categoricamente vietato», scrive l'autore della petizione che ha superato le 50 mila firme. La petizione potrebbe in realtà essere una provocazione con l'obiettivo di ironizzare sulla lobby a favore di fucili e pistole repubblicana.
Ma c'è un dato sul quale val la pena soffermarsi: negli Usa la conta dei morti a causa di armi ha superato quota tremila nei primi tre mesi del 2016.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso