Prostituzione 160407161459
SVOLTA 7 Aprile Apr 2016 1202 07 aprile 2016

Francia, passa le legge che multa chi paga le prostitute

Guerra ai clienti delle lucciole. Multe da 1.500 a oltre 3 mila euro. E incontri di sensibilizzazione.

  • ...

Prostitute protestano fuori dal parlamento francese.

Dopo due anni di zuffe tra senatori, al parlamento francese è passata una legge che rende illegale pagare per fare sesso.
Approvata con 64 voti favorevoli, 12 contrari e parecchi astenuti, prevedede che chiunque venga sorpreso con una prostituta sia multato di 1.500 euro alla prima infrazione e di 3.750 alla seconda, che oltretutto farà ascrivere il reato alla fedina penale. I trasgressori, inoltre, dovranno frequentare un corso sui danni legati alla prostituzione.
IL MODELLO NORDICO. La legislazione avvicina la Francia a Paesi del Nord come Islanda e Norvegia, che criminalizzano i clienti delle prostitute e non le prostitute stesse. Nel 2014 anche l'Irlanda del Nord ha seguito la stessa strada, unica nazione della Gran Bretagna a seguire questo modello.
TRA CONSENSI E PROTESTE. Il socialista Maud Olivier, convinto sostenitore del provvedimento, ha dichiarato che l'obiettivo è «ridurre la prostituzione, proteggere le prostitute che vogliono abbandonarla e cambiare le mentalità.». Bruno Le Roux, capo dei Socialisti in parlamento, si è espresso in questi termini: «Non noleggi una donna come faresti con un'automobile. La nostra società non dovrebbe più tollerarlo». Gli oppositori, invece, hanno contestato il fatto che accanirsi sui fruitori della prostituzione potrebbe spingere le donne coinvolte in una situazione peggiore, rendendole più vulnerabili e costringendole a nascondersi.
ABOLITA LA LEGGE DI SARKOZY. Viene così cassata la controversa proposta di Nicolas Sarkozy, accettata nel 2003, all'epoca in cui era ministro dell'Interno: quella legge, che suscitò le proteste delle associazioni umanitarie sul territorio, rendeva illegale aggirarsi con abiti discinti in luoghi pubblici di dubbia fama, cioè noti per essere frequentati da meretrici.
L'ATTEGGIAMENTO VERSO LE PROSTITUTE. La legislazione, approvata lo scorso 4 aprile, intende trattare le prostitute da vittime piuttosto che da criminali. Renderà anche possibile per chi viene da un altro Paese e spesso vive in clandestinità, prostituendosi, acquisire una residenza temporanea per cercare un altro lavoro. La prostituzione in Francia non è illegale di per sè, ma lo sono le attività connesse, gestite dai magnaccia e comprendenti anche il sesso minorile. I bordelli sono vietati dal 1946.

Correlati

Potresti esserti perso