Aereo 160519081311
TRAGEDIA 19 Maggio Mag 2016 0813 19 maggio 2016

Aereo Egypt Air Parigi-Cairo scomparso: «Caduto in mare»

Sparito dai radar sul Mediterraneo nella notte. 66 persone a bordo. Nessun italiano a bordo. Non è esclusa l'ipotesi terrorismo. I guai della compagnia.

  • ...

Un aereo della Egypt Air.

Un aereo della EgyptAir in volo da Parigi al Cairo è caduto in mare con a bordo 66 persone dopo essere scomparso dai radar mentre si trovava sul Mediterraneo (clicca qui per gli aggiornamenti). Il volo MS804 era partito dall'aeroporto Charles de Gaulle alle 23:09 di mercoledì dopo essere passato da Tunisi e Asmara, ed è sparito dai radar alle 2:30. L'ultimo contatto è avvenuto 10 minuti prima del disastro. I media francesi riferiscono che il relitto è stato individuato al largo dell'isola greca di Karpathos, ma il governo egiziano ha smentito.
L'ultima apparizione è avvenuta nello spazio aereo greco, mentre si trovava a un'altitudine di 37 mila piedi (circa 11.300 metri) e a una distanza di 280 chilometri dalla costa egiziana.
MISTERO SULL'SOS. Secondo la compagnia aerea, alle 2.26, poco prima di sparire, l'aereo ha lanciato un messaggio di Sos. Il governo egiziano ha invece smentito la notizia, precisando che si è trattato di un segnale trasmesso dalle strumentazioni di bordo.
Alle 4.26, due ore dopo aver perso le tracce dell'aereo, un altro avviso di emergenza è stato captato dalle apparecchiature a terra,
Questo secondo segnale è stato probabilmente inviato automaticamente dall'apparecchiatura per la localizzazione del velivolo.
Il capitano di un mercantile ha detto di aver avvistato fiamme nel cielo a circa 240 chilometri a sud di Karpathos. Secondo diversi media, le autorità greche stanno indagando nella direzione indicata da questa testimonianza per le necessarie verifiche.
Intanto in Rete circola un video presumibilmente caricato da abitanti greci: si tratta di una 'palla di fuoco' che attraversa il cielo notturno. Non ne è stata ancora vagliata la veridicità.


Il primo ministro Valls: «Non escludiamo alcuna ipotesi sulle cause»

Il primo ministro francese, Manuel Valls, dal canto suo «non esclude alcuna ipotesi» sulle cause della sparizione.
Secondo quanto si apprende dalla compagnia aerea la maggior parte dei passeggeri sono egiziani (30), oltre a 15 francesi, un britannico, un belga, due iracheni, un kuwaitiano, un saudita, un sudanese, un portoghese, un algerino, un canadese e un cittadino del Ciad. Non c'erano italiani a bordo.
L'Airbus A320-232 era stato fabbricato nel 2003 secondo gli ultimi dettagli resi noti dalla EgytpAir. Il pilota aveva un'esperienza di 6.275 ore di volo, di cui 2.101 su quel tipo di velivolo, mentre il copilota aveva un'esperienza di 2.766 ore.


La rotta del volo Egypt Air.

Squadre speciali dell'esercito egiziano stanno conducendo ricerche nella zona aiutate dai militari greci. Il ministero della Difesa ha inviato due aerei e una nave nell'area in cui il velivolo è scomparso dai radar ed alcuni elicotteri sono pronti al decollo sull'isola di Karpathos per eventuali operazioni di salvataggio.
L'aereo era atterrato al Charles de Gaulle dopo le 21.30 di mercoledì sera. Circa un'ora e mezzo più tardi, fatto rifornimento e imbarcati i passeggeri, è ripartito per il Cairo. Secondo esperti francesi, in un caso del genere «nessun controllo viene fatto su quello che può esserci a bordo, che può essere stato imbarcato al Cairo».

A Roissy occhi puntati sul personale di pista

Mentre la compagnia egiziana chiede ai media «prudenza», le autorità francesi sono chiamate a rispondere agli inquirenti soprattutto circa il personale di pista.
Come ricorda Le Figaro, infatti, in passato tra coloro che hanno accesso alla pista e alle zone di carico-scarico erano stati individuati numerosi salafiti e integralisti islamici.
A metà dello scorso dicembre era stato annunciato il ritiro di circa 70 badge sugli 85 mila concessi ai lavoratori delle aree più sensibili di Roissy e Orly proprio per questo motivo.

Tweet riguardo #EgyptAir

Articoli Correlati

Potresti esserti perso