Egyptair 160521130856
TRAGEDIA 21 Maggio Mag 2016 1409 21 maggio 2016

Egyptair, «Trovate le scatole nere»

La notizia data dalla Cbs non confermata. Pubblicate le prime foto dei rottami recuperati. Gli investigatori francesi confermano: «Fumo a bordo prima dello schianto».

  • ...

Le squadre di ricerca hanno localizzato le scatole nere del volo Egyptair nel tratto di mare in cui sono stati ritrovati resti umani e i rottami dell'aereo precipitato con 66 persone a bordo. Lo riferiscono fonti governative egiziane a Cbs News.
Una «fonte vicina alle indagini» citata venerdì sera dal sito del quotidiano governativo Al-Ahram aveva «indicato che l'operazione di recupero delle scatole nere richiederà tempo e sarà effettuata da una squadra egiziana al fine di farle uscire dal mare nel migliore stato possibile».
«FUMO A BORDO PRIMA DELLO SCHIANTO». Intanto, gli investigatori francesi hanno confermato la presenza di fumo in diverse parti dell'aereo prima che precipitasse nel Mediterraneo.
La presenza di fumo sarebbe stata segnalata da più rilevatori di fumo a bordo. Le cause, hanno aggiunto, restano però incerte.
Il portavoce dell'agenzia francese per le indagini sugli incidenti aerei, Sebastien Barthe, ha detto che il sistema automatico di segnalazione a bordo ha inviato messaggi indicando la presenza del fumo pochi minuti prima che l'aereo scomparisse dal radar.
«FUMO DA UN MOTORE». I messaggi, sostiene Barthe, «indicano generalmente l'inizio di un incendio». «Non traiamo nessuna conclusione da quest'ultima notizia. Il resto sono congetture», ha aggiunto.
Sempre secondo la Cbs News, il fumo rilevato sarebbe provenuto da uno dei motori. Le forze armate egiziane hanno pubblicato le prime foto di rottami ed effetti personali dei passeggeri. Sulla sua pagina Facebook, il portavoce Mohamed Samir ha postato «una parte delle foto dei rottami dell'aereo e degli effetti personali dei passeggeri», è scritto nel testo che accompagna le cinque immagini. Si vedono una coperta per bambini, giubbotti di salvataggio, buste in plastica con il logo della compagnia.
LE IMMAGINI DEL DISASTRO. Una prima immagine mostra pezzi di metallo tra cui uno azzurro a forma di 'H' in parte deformato e con una chiara scritta 'EgyptAir' su campo bianco. Una seconda mostra 'parti del sedile' e la terza un 'giubbotto di salvataggio' giallo, sempre con la scritta della compagnia di bandiera egiziana. La quarta foto ritrae altre 'parti dei rottami dell'aereo', però con accanto anche un oggetto di stoffa che porta ricamata una farfalla dal tratto infantile. L'ultima immagine ha la didascalia 'giubbotto di salvataggio sotto il sedile'.
A PARIGI SI ESAMINANO VIDEO AEROPORTO. Gli inquirenti della Gendarmerie Nationale stanno esaminando i video realizzati dai sistemi di videosorveglianza dell'aeroporto parigino di Roissy Charles-de-Gaulle in cerca di eventuali elementi che potrebbero chiarire le circostanze della catastrofe dell'Egyptair.
I gendarmi «stanno visionando i filmati legati all'aeroplano». L'obiettivo, precisa Le Monde, è identificare tutte le persone che hanno avuto accesso all'apparecchio: passeggeri, membri dell'equipaggio, responsabili della manutenzione, delle pulizie, ma anche del catering. Almeno per ora l'analisi non ha condotto ad alcun risultato.
«NON INDIVIDUATE FALLE NELLA SICUREZZA». «Non sono state individuate falle, né persone sospette», aggiunge il quotidiano francese. Per Paris Aéroport, le misure di sicurezza a Roissy non sono state potenziate dal disastro di giovedì in quanto erano erano già al livello massimo.
«Nel momento in cui vi parlo, gli elementi dell'inchiesta di cui dispongo non mi permettono di pensare che ci siano potute essere delle falle di sicurezza nell'aeroporto di Parigi Charles-de-Gaulle», ha detto ieri sera Augustin de Romanet, il numero uno di Paris Aéroport (ex-Aéroports de Paris), la società che gestisce i grandi scali aerei della capitale, Roissy, ma anche Orly-Sud e Orly-Ouest.

Correlati

Potresti esserti perso