Iss 160526120145
SPAZIO 26 Maggio Mag 2016 1158 26 maggio 2016

Stazione spaziale, si gonfia il primo modulo abitabile

Si chiama Beam ed è il prototipo dei futuri habitat extraterrestri. L'operazione trasmessa in diretta streaming dalla Nasa.

  • ...

Una tenda nello spazio. Sulla Stazione spaziale internazionale (Iss) sono iniziate le operazioni per aprire il primo habitat gonfiabile, il modulo che si trasformerà in una nuova stanza abitabile per gli astronauti e che rappresenta il prototipo delle future basi lunari o marziane. Il gonfiaggio del modulo Beam (Bigelow Expandable Activity Module), che resterà fissato per i prossimi due anni alla Iss garantendo 16 metri cubi di spazio in più, è trasmesso in diretta streaming dalla Nasa.

RESISTENTE AL VUOTO E AI DETRITI. Sviluppato dalla società americana Bigelow Aerospace, il modulo Beam testerà per la prima volta la possibilità di usare tende spaziali gonfiabili come moduli abitabili in grado di resistere al vuoto e all'urto con eventuali microdetriti. Il modulo installato sulla Iss, trasportato da una navetta Dragon lo scorso 10 aprile, una volta aperto sarà un pallone grande quasi quattro metri. Le operazioni di apertura saranno guidate dall'astronauta americano Jeff Williams, che ha già effettuato i test sui meccanismi di fissaggio e il controllo di eventuali perdite. La tenda sarà aperta agli astronauti a partire dal 2 giugno.
FA RISPARMIARE VOLUME. «Il vantaggio di lanciare un modulo espandibile nello spazio è nella possibilità di poterlo compattare», ha spiegato Lisa Kauke, responsabile del progetto per Bigelow. «In altre parole, sulla Terra possiamo impacchettarlo strettamente nel razzo, risparmiando massa ma soprattutto volume, e una una volta in orbita lo apriamo». Se Beam funzionasse con successo, il prossimo obiettivo dell'azienda sarebbe quello di creare, entro il 2020, un modulo più grande, passando dagli attuali 16 metri cubi a ben 330 metri cubi, una vera e propria casa gonfiabile capace di ospitare 6 astronauti.

Correlati

Potresti esserti perso