Torrente Piena Spezia 160603125921
CLIMA 3 Giugno Giu 2016 1304 03 giugno 2016

Maltempo in Italia, scuole, case e uffici evacuati

Corsi d'acqua in piena nello Spezzino. Coldiretti lancia l'allarme per le campagne.

  • ...

Un torrente in piena nello Spezzino.

Paura a scuola, al lavoro e in casa. Non è solo l'Europa centrale a essere minacciata dal maltempo. Anche l'Italia deve fronteggiare piogge e piene. A Borghetto Vara, nello Spezzino, un istituto elementare è stato evacuato, e una bancha è stata chiusa.
Misure precauzionali per la piena del torrente Pogliaschina: il livello dell'acqua è arrivato a un metro dal limite degli argini.
SUGLI ARGINI DEL TORRENTE. I bambini, circa un centinaio, sono stati affidati alle famiglie per il ritorno a casa. Scuola e banca si trovano a ridosso degli argini del torrente. Il Pogliaschina causò l'alluvione del 2011 provocando sette morti.
I corsi d'acqua dello Spezzino hanno raggiunto il livello di guardia in molte zone. La pioggia, che cade abbondante da questa mattina, ha causato diversi allagamenti di fondi, scantinati e sottopassaggi soprattutto a Porto Venere dove i vigili del fuoco sono impegnati con le idrovore.
I torrenti fanno paura a Borghetto Vara e a Bonassola.
Il maltempo ha causato l'allagamento di alcuni tratti della sede ferroviaria tra La Spezia e Corniglia e tra La Spezia e Migliarina e per questo alcuni treni regionali tra La Spezia e Levanto sono stati cancellati. Forti rallentamenti sono in corso lungo la linea ferroviaria Genova-Pisa.
STRADA CHIUSA PER RISCHIO FRANA. Più tranquilla la situazione al momento in Val di Magra. La strada provinciale della Ripa, che collega La Spezia alla Val di Magra è stata chiusa per rischio frana, a causa della pioggia che ha intriso la collina sovrastante.
La strada, in attesa di messa in sicurezza definitiva, è già stata chiusa varie volte in passato per la caduta di terra e pietra in concomitanza del maltempo. Nel Levante ligure è stata indetta un'allerta gialla (la più bassa) emessa dalla protezione civile regionale fino alle 18 del 3 giugno.
EVACUATA UNA CASA NEL LUCCHESE. A Massarossa (Lucca) un'abitazione in via Roma è stata evacuata per un piccolo cedimento di una parte del tetto, dovuto alla pioggia. Un uomo che la occupa ha allertato i vigili del fuoco che dopo un sopralluogo l'hanno messa in sicurezza per precauzione, visto che ha ripreso a piovere in Versilia.
Intanto Coldiretti ha lanciato il suo allarme: «Il repentino capovolgersi del tempo è una conferma dei cambiamenti climatici in atto che in Italia si manifestano con ripetuti sfasamenti stagionali ed eventi estremi, con pesanti effetti sull'agricoltura italiana che negli ultimi 10 anni ha subito per questo motivo danni per 14 miliardi di euro».
Anche stavolta «è allarme nelle campagne per l'arrivo del maltempo con forti temporali accompagnati dalla grandine che è la calamità più temuta dagli agricoltori».

Correlati

Potresti esserti perso