Tegole Frammenti Crollati 160603193247
DANNI 3 Giugno Giu 2016 1733 03 giugno 2016

Milano, tegole e frammenti cadono dal Castello Sforzesco

Nubifragi e acquazzoni le probabili cause: l'area messa in sicurezza.

  • ...

Tegole e frammenti crollati dal Castello Sforzesco.

Le violente piogge degli ultimi giorni non hanno risparmiato nemmeno il monumento storico simbolo di Milano: il Castello Sforzesco. Nubifragi e acquazzoni sono probabilmente la causa delle caduta di diverse tegole, che si sono portate dietro frammenti delle mura a mezzogiorno dalla Torre del Carmine, quella a destra guardando dall'ingresso prospiciente largo Cairoli.
Fortunatamente nessuno è rimasto ferito, né vi sono stati danni a cose, anche perché i laterizi sono finiti nel fossato esterno, in una zona inibita al passaggio dei pedoni. Divieto però che spesso non viene osservato tanto che nel pomeriggio si sono visti bambini giocare a pallone e persone sedute sull'erba vicine alle aree subito transennate per motivi di sicurezza. E per evitare problemi sono stati 'chiusi' i prati sotto entrambe le torri della facciata principale.
AREA MESSA IN SICUREZZA. Quando è avvenuta la caduta delle tegole, fra un po' di paura dei passanti, è stata immediatamente avvisata la pattuglia della polizia municipale che staziona di fronte al monumento. Sono intervenuti anche i vigili del fuoco ed è stata chiamata la sovrintendenza ai Beni culturali. L'area è stata messa in sicurezza dal Nucleo di intervento rapido del Comune, che è proprietario del Castello: l' amministrazione ha spiegato che il 6 giugno sarà installata una recinzione intorno alla torre e che nei giorni seguenti si studierà anche l'intervento adatto a sistemare la parte danneggiata.
PROGRAMMA DI RESTAURO. È già in corso - è stato ricordato - un programma di messa in sicurezza e restauro del Castello, che per i prossimi giorni prevede la messa in sicurezza di tutte le staccionate interne del Cortile delle Armi. Negli ultimi anni sono stati restaurati i cortili interni e la Torre del Filarete «interventi cui è stata data priorità» - ha spiegato Palazzo Marino - «rispetto alla potenzialità di danno, sia per il pubblico sia per le opere d'arte conservate ed esposte». Il programma prevede anche interventi sulle due torri rotonde (Carmine e Santo Spirito) «che saranno realizzati» - ha assicurato il Comune - «quanto prima». Non è mancata la polemica politica. L'ex sindaco Gabriele Albertini, capolista della lista civica Parisi, ha affermato che «solo per una coincidenza nessuno è rimasto ferito, ma le tegole e i calcinacci caduti da una torre del Castello Sforzesco sono l'ennesima dimostrazione del disinteresse di questa Giunta, finalmente uscente, nei confronti di Milano. È vero che in questi giorni è piovuto molto, ma non è pensabile che, per due giorni di pioggia, lunedì si sia allagata la città e oggi il Castello sforzesco perda i pezzi».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso