Luca Casarini Europee 140526165459
GIUSTIZIA 7 Giugno Giu 2016 1707 07 giugno 2016

Casarini, tre mesi ai domiciliari per occupazione abusiva

Respinti i servizi sociali. L'ex leader no global si sfoga sui social network.

  • ...

Luca Casarini.

Tre mesi di arresti domiciliari, per l'occupazione di una casa a Marghera, in provincia di Venezia.
È questa la condanna inflitta a Luca Casarini, per anni leader dell'antagonismo veneto ora residente a Palermo ed esponente di Sinistra, ecologia e libertà. A renderlo noto è stato lo stesso Casarini, che sui social ha scritto una lunga lettera non negando la decisione del giudice del tribunale di sorveglianza, ma il fatto che sia stata respinta la sua richiesta di essere messo ai servizi sociali.
NO AI SERVIZI SOCIALI. Casarini ha ricordato le numerose condanne e 'fogli di via' ricevute in più occasioni, tra cui un blocco ferroviario, ma è stata l'occupazione della casa, di proprietà dell'Ater, a portarlo a una condanna semidetentiva. «Avevo fatto istanza di affidamento sociale, proponendo un progetto messo a punto con il centro diaconale Valdese di Palermo» - ha spiegato Casarini in un post su Facebook. «Proponevo di rendere utili a qualcuno, oltre che a me, questi tre mesi, nel caso specifico a migranti ospitati nella Casa del Mirto».
DIVIETO DI COMUNICARE. Ma la richiesta è stata rigettata dal giudice che ha disposto gli arresti domiciliari con espresso divieto di comunicare con l'esterno e di avere contatti con persone diverse dai familiari perché «la questura di Palermo, anzi l'ufficio misure di prevenzione» - ha sottolineato Casarini - «ha inviato su di me una relazione pessima che si concludeva con 'non si escludono contatti con la criminalità organizzata e non'». «Sarà formula di rito nel caso di un pregiudicato come il sottoscritto, ma detta da Palermo mi ha fatto impressione» - ha aggiunto Casarini. «Qui la criminalità organizzata è una cosa seria, coincide con una montagna di escrementi». Casarini ha già annunciato che non accetterà di non poter comunicare con l'essterno durante il periodo dei domiciliari: «Non mi metteranno mai il bavaglio», ha detto.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso