Berlusconi 160601190847
SALUTE 9 Giugno Giu 2016 1717 09 giugno 2016

Berlusconi sarà operato per insufficienza valvola aortica

Il Cav sotto i ferri per la sostituzione della valvola aortica. Il medico: «Grave insufficienza cardiaca, ha rischiato la vita». Ritorno in politica? «Sconsigliato».

  • ...

L'esterno dell'ospedale San Raffaele a Milano.

Silvio Berlusconi, ricoverato all'ospedale San Raffaele di Milano, sarà operato al cuore per la sostituzione della valvola aortica.
«Gli accertamenti ci hanno consentito di identificare in modo esatto e certo la patologia del presidente Berlusconi, che si chiama insufficienza aortica», ha affermato il medico personale Alberto Zangrillo, annunciando la necessità di un intervento a cuore aperto per risolvere il problema.
«INSUFFICIENZA DI GRADO SEVERO». L'ex premier è affetto da una «insufficienza di grado severo», ha dichiarato Zangrillo, «che cosa si fa quando si trova? Si deve capire come correggerla. In questo caso c'è un unico modo: la sostituzione della valvola aortica, un intervento di cardiochirurgia convenzionale che comporta la circolazione extracorporea e la visione diretta del cuore».
Berlusconi sarà operato entro metà della settimana prossima.
«HA RISCHIATO DI MORIRE». «È arrivato in ospedale in condizioni molto severe, ha rischiato di morire», ha dichiarato Zangrillo in conferenza stampa.

Alberto Zangrillo, medico personale di Berlusconi da più di vent'anni, risponde alle domande dei giornalisti (Ansa).


Le domande dei cronisti si sono subito indirizzate verso il futuro politico del presidente di Forza Italia. «Se può tornare a fare il leader? Io lo sconsiglio», ha risposto prudentemente il medico personale, «ma lui tra un mese (il tempo necessario per la riabilitazione, ndr) può fare quello che vuole. Nel frattempo deve occuparsi di rimettere in equilibrio le funzioni vitali».
«PRIMA DEL RICOVERO È ANDATO A VOTARE». Chiariti anche i dubbi sul malore pre ricovero, negato nei giorni scorsi da diversi comunicati di Forza Italia. Nella giornata di domenica l'ex premier era a Roma e ha manifestato i chiari segni di uno scompenso cardiaco. «Era di ritorno a Milano e io l'ho invitato a venire direttamente al San Raffaele», ha raccontato Zangrillo, «e lui mi ha in parte disobbedito, volendo prima esercitare il suo diritto-dovere di voto. Solo nel pomeriggio ci ha raggiunto, e da allora è iniziata una serie di accertamenti progressivi».


RISCHIO DI MORTE AL 2%. Il tasso di mortalità per la patologia senza intervento è il 10% entro l'anno, mentre nel cordo dell'operazione, che durerà circa quattro ore, si aggira intorno al 2%.
L'intervento verrà eseguito dal prof. Ottavio Alfieri. Il chirurgo nel 2014 è stato il primo a realizzare un impianto della valvola aortica senza suture, e il suo reparto è un riferimento nazionale per la chirurgia coronarica a cuore battente.
GLI AUGURI DELLA POLITICA. Dopo la notizia sono arrivati in massa gli auguri dal mondo della politica. «Auguri di pronta guarigione a Silvio Berlusconi», ha twittato il leader della Lega Matteo Salvini, «perché quando c'è di mezzo la salute di una persona, non si scherza».

Non sono mancati, naturalmente, i messaggi di molti membri di Forza Italia, dalla quale l'ex Cav potrebbe stare lontano per un po'.

Correlati

Potresti esserti perso