Mensa 160620130853
SALUTE 20 Giugno Giu 2016 1309 20 giugno 2016

Nas, 37 mense chiuse nell'anno scolastico 2015-2016

Una mensa scolastica su quattro controllata dai Nas presenta irregolarità.

  • ...

Offrivano cibi conservati male quando non addirittura nocivi, e l'igiene latitava. Questi i motivi per cui nell'anno scolastico 2015-2016 ben 37 le mense sono state chiuse in seguito a controlli effettuati dai Carabinieri dei Nas. E, tranne una, tutte nelle regioni del Centro-Sud Italia. A rivelarlo il Rapporto sui Controlli delle mense scolastiche presentato al ministero della Salute.
19 CHIUSURE AL CENTRO, 17 AL SUD. In particolare, al Nord sono stati effettuati 721 controlli. 157 di questi hanno individuato situazioni non conformi alle norme che hanno portato alla chiusura di una struttura. Al Centro su 1.041 controlli sono emerse 285 irregolarità per un totale di 19 le strutture chiuse. Al Sud su 916 controlli 228 strutture sono risultate non conformi e ben 17 sono state chiuse.
I NAS: «ATTENZIONE SU ALCUNE AREE». «Senza voler fare un confronto tra le regioni», ha commentato il generale Claudio Vincelli, comandante dei Carabinieri del Nas, «possiamo dire che su talune aree sarà posta attenzione maggiore e saranno poste ulteriori forze per sviluppare controlli più qualificati, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo».
Sono stati sequestrati oltre 4.200 i chili di alimenti perché conservati male o alterati, o mancanti di tracciabilità ed etichettatura. In tutto 101 persone sono segnalate all'autorità giudiziaria e 487 a quella amministrative, 164 le sanzioni penali e 764 amministrative per un totale di 491.496 euro.
IRREGOLARE UNA MENSA SU 4. Dal documento emergono però altri elementi: una mensa scolastica su quattro controllata dai Nas presenta irregolarità. In particolare nell'anno scolastico 2015-16 sono state 2.678 le ispezioni effettuate (in continua crescita rispetto agli anni precedenti) e nel 25% dei casi presentavano una qualche irregolarità: da aspetti amministrativi o legati al tipo di fornitura fino ai casi più gravi di carenze d'igiene e cibi scaduti o ammuffiti.
GIUDIZIO NEGATIVO PER UN ITALIANO SU 4. Secondo un'indagine Coldiretti/Ixè, un italiano su 5 ha una valutazione negativa dei pasti serviti nelle mense scolastiche di figli o nipoti, mentre il 42% la ritiene appena sufficiente.
«Non è un caso che per l'83% del campione le mense dovrebbero offrire cibi più sani per educare le nuove generazioni dal punto di vista alimentare, mentre solamente per il 13% si dovrebbero servire i piatti che piacciono di più ai piccoli; in ogni caso il 52% degli italiani considera il costo delle mense scolastiche adeguato mentre per il 25% è eccessivo», spiega Coldiretti, che sollecita a privilegiare nelle mense scolastiche cibi a km 0, che valorizzano le realtà produttive locali e riducono i troppi passaggi intermedi dietro i quali è più elevato il rischio di frodi e sofisticazioni.

Correlati

Potresti esserti perso