Mineo Cara 131217181332
GIUSTIZIA 22 Giugno Giu 2016 0818 22 giugno 2016

Cara di Mineo, sei indagati per truffa allo Stato

L'accusa: rendicontati importi superiori a quelli dovuti per 1 milione di euro.

  • ...

Il Cara di Mineo, centro per richiedenti asilo politico.

Truffa allo Stato e all'Unione europea per 1 milione di euro e sei persone indagate. È la cornice della nuova inchiesta che ha colpito il Cara di Mineo, nata dalle pieghe di Mafia Capitale, ma che non riguarda il filone principale sulla gara d'appalto complessiva, ritenuta illegittima dal presidente dell'Anac Raffaele Cantone.
La polizia sta eseguendo perquisizioni e sequestri su disposizione della procura di Caltagirone, che sospetta siano state commesse irregolarità contabili sulle presenze dei migranti nel centro siciliano.
I reati ipotizzati sono falso ideologico in atti pubblici e truffa aggravata ai danni dello Stato e dell'Unione Europea. La contabilità relativa alle presenze giornaliere dei migranti ospiti del Cara, finalizzata alla liquidazione delle somme spettanti al cosiddetto ente gestore, sarebbe stata alterata. Secondo la parocura, in particolare, sarebbero stati rendicontati e corrisposti, dal 2012 al 2015, importi superiori a quelli dovuti, per un ammontare di circa 1 milione di euro.
Gli indagati risiedono in diverse regioni, non solo in Sicilia.
Sul Cara di Mineo indagano attualmente tre diverse procure: quella di Caltagirone, quella di Catania e quella di Roma.

Correlati

Potresti esserti perso