Marines 160625151913
DIRITTI 25 Giugno Giu 2016 1514 25 giugno 2016

Usa, cade il veto ai transgender nelle forze armate

L'annuncio ufficiale dell'abolizione del divieto sarà dato alla vigilia dell'Independence Day, il 4 luglio. 

  • ...

Le forze armate Usa aprono le porte ai transgender. Una decisione storica, contrastata da molti nel Pentagono, fortemente voluta dal segretario alla difesa Ash Carter, che, solo poche settimane prima, aveva dato la possibilità alle donne soldato di partecipare ai combattimenti in prima linea.
L'ANNUNCIO UFFICIALE IL 4 LUGLIO. La caduta del divieto per i transgender rappresenta l'ultima tappa di un percorso avviato dall'amministrazione Obama nel 2010, con l'abolizione dalla regola 'Don't ask don't tell', in base alla quale nessun militare doveva dichiarare la propria omosessualità, pena la radiazione.
L'annuncio ufficiale dell'abolizione del divieto per i transgender nelle forze armate avverrà alla vigilia dell'Independence Day, il 4 luglio.
BECK, IL PRIMO MARINE TRANS. Il caso più famoso di un trasgender nell'esercito americano è quello di Christopher Beck, il Navy Seal che una volta lasciato il corpo dei Marine nel 2013 ha fatto coming out, postando una sua foto come donna sui social media e cambiando nome in Kristin Beck.
'STONEWALL INN' MONUMENTO NAZIONALE. Sempre nell'ambito delle politiche a favore della comunità Lgbt, venerdì 24 giugno Barack Obama ha designato 'monumento nazionaler' lo Stonewall Inn, lo storico pub del Greenwich Village, a Manhattan, teatro di storiche battaglie per il riconoscimento dei diritti degli omosessuali.

Correlati

Potresti esserti perso