Falluja Bomb 160630083802
GUERRA 30 Giugno Giu 2016 0832 30 giugno 2016

Falluja, raid Usa uccide 250 miliziani dell'Isis

Colpito un convoglio di 40 veicoli in fuga dalla città. È l'attacco maggiore mai scagliato contro il Califfato.

  • ...

A 24 ore di distanza dall'attentato che ha colpito l'aeroporto Ataturk di Istanbul, raid aerei americani hanno ucciso almeno 250 combattenti dell'Isis. Si tratta del maggior colpo inferto finora al Califfato in una volta sola. Le bombe hanno centrato un convoglio di 40 veicoli, in fuga dalla città irachena di Falluja.
Una fonte militare ha detto alla Bbc che un gruppo particolarmente numeroso di miliziani si era radunato nell'area di al-Ruwaila, con l'intenzione di attraversare il deserto fino alla cittadina di al-Qaim, nella provincia di Anbar, al confine con la Siria. Al-Qaim è ancora saldamente in mano allo Stato islamcio. I miliziani sopravvissuti al raid sarebbero fuggiti verso i vicini laghi Razzaza e Habbaniya.

Airstrikes on ISIS convoy near Fallujah https://t.co/r7FBAVModg

— CNN Tonight (@CNNTonight) 30 giugno 2016

BRENNAN: «LA GUERRA SARÀ LUNGA». Nelle ultime settimane Falluja è stata liberata dall'esercito iracheno, appoggiato dalle forze della coalizione internazionale. L'offensiva è durata due mesi. La città dista 50 chilometri da Baghdad. Intanto John Brennan, capo della Cia, ha ammesso che la lotta contro lo Stato islamico sarò lunga, soprattutto per la sua capacità di incitare gruppi e singoli individui a portare attacchi contro l'Occidente. Ma «abbiamo fatto insieme ai nostri partner della coalizione importanti passi avanti in Siria e in Iraq, dove la maggior parte dei membri dell'Is si trova», ha detto Brennan. «Propaganda e attentati, su questo fronte dobbiamo ancora fare molta strada».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso